/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Affittasi trilocale 4/6 posti letto in Residence Blue Marine. Uso degli impianti sportivi piscina tennis bocce palestra...

Km reali iscritta ASI con CRS (possibilita` di pagare meno di assicurazione e dal 2020 tariffa ridotta anche sul bollo)...

(IM) vicinissimo piazza del mercato ampio monolocale mq 35 luminoso con parete mobile per separare zona cucina/notte,...

Marca Orsi 1.22 ottime condizioni telefonare ore pasti

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | giovedì 17 maggio 2018, 07:15

Stilato in serata il “contratto” di governo tra MoVimento 5 Stelle e Lega

Restano da sciogliere alcuni nodi, mentre entrambi i partiti, con un rituale nuovo e finora mai adottato, sottoporranno nel week end la bozza al giudizio delle rispettive basi. Solo successivamente Di Maio e Salvini saliranno al Quirinale

E’ stata una notte lunga, dopo che ieri sera Movimento 5 Stelle e Lega avevano raggiunto un’intesa su quello che entrambi i partiti hanno chiamato non accordo ma “contratto” di governo.

Il “tavolo tecnico” ha finito il suo lavoro: la bozza è stata resa di pubblico dominio in serata intorno alle 18, ma i due leader, Luigi di Maio e Matteo Salvini, hanno proseguito fino a notte fonda per affrontare gli ultimi nodi problematici del programma e per valutare i nomi del premier. L’ipotesi più probabile pare essere quella di un premier 5Stelle: probabilmente non Di Maio, ma su questo non vi sono al momento certezze.

Per il leader pentastellato ieri sera si parlava del ministero del Lavoro, per il braccio destro di Salvini, Giancarlo Giorgetti, l’importante ruolo di sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, o all'Economia, e per Matteo Salvini del Viminale. Oltre agli Interni la Lega rivendica anche il ministero delle Politiche Agricole.

Abbiamo chiesto ai due parlamentari leghisti, il senatore Giorgio Bergesio e il giovane deputato Flavio Gastaldi e all’unica deputata pentastellata cuneese Fabiana Dadone un loro giudizio. Siamo riusciti a contattare solo Bergesio ancora intorno alla mezzanotte, che ha risposto tempestivamente, pur senza entrare nel dettaglio: "Il contratto è in via di definizione. Stiamo organizzando i gazebo con apposite urne  a livello provinciale per consultare i cittadini. Sarà un weekend impegnativo di consultazioni aperte nelle quali – spiega il senatore – illustreremo anche i punti salienti dell’accordo che verrà sottoscritto solo se gli elettori saranno favorevoli."

A giudizio di Bergesio l’intesa di governo non pregiudica comunque l’alleanza elettorale con Forza Italia e Fratelli d’Italia: "Il centrodestra – assicura Bergesio - è unito. Siamo consapevoli che la scelta è scaturita come alternativa ad un governo tecnico, che non sarebbe stato in grado di raccogliere l’indispensabile consenso parlamentare perché inadeguato ai tempi ed alle tante, importanti aspettative degli italiani."

Ognuno dei due partiti, per la consultazione delle proprie basi, ricorrerà agli strumenti caratteristici di ciascuna formazione: per la Lega i gazebo e per il MoVimento 5 Stelle la piattaforma online. Targato è in grado di allegare la bozza del contratto così come diramata nella tarda serata di ieri, e quindi ancora suscettibile di variazioni. Chi fosse interessato può comunque prenderne visione e iniziare a farsene un’idea.

Files:
 contratto-m5s lega (764 kB)

Giampaolo Testa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore