/ Artigianato

Spazio Annunci della tua città

Frazione Diano Serreta, a soli 3,5 km dalle spiagge in splendida posizione con vista mare, vendesi casa...

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Da ristrutturare, su due piani con cantina interrata, portico annesso e garage esterno a parte, con terreno annesso di...

Affittasi trilocale 4/6 posti letto in Residence Blue Marine. Uso degli impianti sportivi piscina tennis bocce palestra...

Che tempo fa

Cerca nel web

Artigianato | venerdì 18 maggio 2018, 11:52

GAL: Finanziati per oltre un milione di euro i progetti di filiera delle imprese occitane

Con l'obiettivo di valorizzare, all’interno dei circuiti turistici, i prodotti tipici di montagna, grazie a interventi sulla produzione, alla trasformazione e commercializzazione la graduatoria sul sito del Gal

 Il GAL Tradizione delle Terre Occitane ha concluso la selezione dei Progetti Integrati di Filiera (PIF) candidati dalle imprese delle cinque valli interessate a migliorare e valorizzare, all’interno dei circuiti turistici, i prodotti tipici di montagna, grazie a interventi connessi alla produzione, alla trasformazione e alla commercializzazione.Caratteristica del GAL, che opera nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2014 – 2020 sotto il controllo della Regione Piemonte, è quella di sostenere esclusivamente progetti integrati, presentati da più imprese in modo condiviso. 

 

Oltre ai beneficiari, direttamente coinvolti nella realizzazione degli interventi aziendali, ogni PIF annovera anche numerosi “partecipanti indiretti”, ovvero imprenditori che si sono messi in gioco all’interno della singola filiera per sostenerla con la propria partecipazione, soprattutto in termini di commercializzazione e di valorizzazione gastronomica dei prodotti trasformati ottenuti.

La graduatoria, pubblicata sul sito del GAL, comprende 52 domande finanziate, appartenenti a 9 diversi PIF, per un contributo totale di 1.074.000 € e un conseguente investimento sul territorio di 2.570.000 €, mentre i progetti di ulteriori 15 imprese al momento sono risultati ammissibili, ma non finanziabili per mancanza di risorse.

Tutti i PIF già finanziati comprendono interventi legati ad almeno due fasi della specifica filiera interessata e, nel complesso, coinvolgono 35 imprese agricole, singole o associate, e 17 tra microimprese o piccole imprese dell’artigianato agroalimentare, del commercio e della somministrazione, del legno.

Le filiere legate alle produzioni agroalimentari dominano la graduatoria: spiccano per innovazione i PIF multiprodotto, denominati rispettivamente “Naturalmente Bio”, finalizzato alla valorizzazione di ortofrutta, prodotti caseari ed erbe officinali biologiche, e “Dal Bracco al Viso”, concernente latte e frutta trasformati e commercializzati. Tre filiere riguardano la carne bovina della Piemontese e il suo utilizzo nella ristorazione, due PIF valorizzano i piccoli frutti e l’uva da tavola, una i prodotti dolciari, mentre un’altra ancora la lavorazione artigianale del legno.

Sebbene gli imprenditori abbiano stretto accordi al di là dell’area valliva di appartenenza, come d’altra parte auspicato dal GAL, è interessante l’analisi della distribuzione geografica delle imprese finanziate: 14 ricadono in Valle Maira, 12 nelle Valli Po, Bronda e Infernotto, 11 in Valle Grana e altrettante in Valle Varaita, 4 nella Stura. La maggior parte degli imprenditori (29) opera in comuni con maggiori problemi di sviluppo classificati D, 13 hanno sede nei comuni intermedi (C) e 10 nei centri con minori difficoltà (B).

I Gruppi di Azione Locale e, tra questi, il GAL Terre Occitane, composto da 64 comuni e da 5 vallate, si dimostrano un collaudato ed efficiente sistema di spesa dei fondi europei a sostegno delle aziende e del comparto produttivo” commenta l’Assessore alla Montagna della Regione Piemonte Alberto Valmaggia “In poco più di un anno i 14 GAL piemontesi, che collaborano in modo positivo con la Regione Piemonte, hanno attivato il 36% delle risorse e 43 bandi sulla misura 19 dedicata ai fondi Leader".

“L’ottima risposta del mondo imprenditoriale dell’area GAL in seguito alla pubblicazione del bando a favore dei Progetti Integrati di Filiera – dichiara il Presidente del GAL Tradizione delle Terre Occitane Aurelio Blesio – è il risultato della vivacità del nostro territorio e della volontà del mondo imprenditoriale di aggregarsi per ottenere risultati che, se ricercati a livello di impresa singola, non sarebbero più raggiungibili nel mercato di oggi.

Con le risorse a disposizione, il GAL ha soddisfatto le richieste della maggior parte delle imprese, ma si sta attivando con la Regione per reperire gli ulteriori fondi necessari per consentire il completamento delle filiere o per sostenere quelle al momento non ancora finanziate.

I Progetti di Filiera concretizzano un percorso importante per le Valli Occitane, con il quale potranno interagire le Reti Turistiche candidate dagli imprenditori nel successivo bando emesso dal Gruppo di Azione Locale, già ampiamente in fase di istruttoria.”

CS

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore