/ Attualità

Attualità | 20 maggio 2018, 18:40

Bienvenidos Marcos Juarenses! Genola accoglie la comunità gemellata

Rinnovata l’amicizia a 15 anni dal gemellaggio con un consiglio comunale alla finestra sul castello

Bienvenidos Marcos Juarenses! Genola accoglie la comunità gemellata

Si è tenuto ieri, sabato 19 maggio, il consiglio comunale di Genola alla Finestra sul Castello per accogliere la delegazione di argentini di Marcos Juarez giunti a Genola in occasione della festa di San Marziano a 15 anni dalla stipula del gemellaggio tra le due città.

Partecipata e commossa la cerimonia di accoglienza, pur nel rigore di un Consiglio Comunale, ha visto la presenza di tanti cittadini accorsi a salutare la delegazione di Marcos Juarez.

Ringrazio Gianfranco Capello per aver avuto la capacità di farci crescere nello spirito della comunità. Oggi vogliamo trasmettere i valori del gemellaggio ai giovani” ha dichiarato in apertura di consiglio Flavio Gastaldi.

I punti all’ordine del giorno, infatti, erano due: l’accoglienza alla delegazione argentina e l’approvazione formale del conferimento del premio Quaquara d’oro a Gianfranco Capello, figura politica di spicco a Genola e sostenitore fin dal principio dei valori del gemellaggio.

Al dottor Gianfranco Capello, grazie alla sua capacità di dialogo unita all’immancabile umorismo, ha partecipato attivamente per oltre 40 anni alla vita politica comunale, servendo e guidando con responsabilità e passione la nostra comunità. Grata l’amministrazione comunale” queste le motivazioni ufficiali lette dal sindaco Stefano Biondi al momento del conferimento per intrecciare i valori di fratellanza e ricerca delle radici del gemellaggio e la vita pubblica di Gianfranco Capello insignito di quello che per la comunità genolese è il premio più ambito.

Quella a Capello è una quaquara d’oro sacrosanta. Meritata da colui che è stato l’anima di questo paese. Non siamo sempre stato d’accordo, ma abbiamo sempre lavorato con onestà per il bene comune con un confronto che fa crescere” ha aggiunto Alessandro Morelli, rappresentante in consiglio della minoranza.

Sono molto grato per questo premio e a chi è stato presente giovedì sera. Se non c’è dialogo non c’è spettacolo – ha detto Gianfranco Capello visibilmente commosso -. Ho pianto quando ho visto Pedro (il sindaco di Marcos Juarez, figlio del defunto sindaco dei tempi del gemellaggio n.d.r.) perché mi ha ricordato Henry. Chi non ha vissuto il gemellaggio non lo conosce, non capisce il senso di comunità, la ricerca delle radici e della famiglia che non si dimenticano”.

“All’inizio ho raccolto questa eredità e non ne avevo la percezione. Ero scettico perché non avevo idea del suo valore. Poi ho capito che è un sentimento che va al di là delle carte e degli atti formali” ha aggiunto il sindaco Biondi.

E’ molto difficile essere qui senza mischiare il personale con l’istituzionale ha detto il sindaco di Marcos Juares Pedro Bautista Dellarossa -. E’ una grande emozione essere qui perché muove i sentimenti e l’anima. Questo gemellaggio durerà per l’eternità”.

Nell’irritualità di un consiglio comunale fondato più sulle emozioni che sulle procedure è stata esposta anche la bandiera di Marcos Juarez, accanto a quella argentina già esposta e sono stati invitati a intervenire anche esponenti della comunità non strettamente legati al consiglio comunale attuale.

Porto il saluto della Regione Piemonte, ma soprattutto sono qui come amico di Gianfranco Capello – ha detto l’assessore regionale ai Trasporti Francesco Balocco -. Fossano, città di cui sono stato sindaco, è gemellata con la città argentina di Rafaela e capisco bene il valore del gemellaggio”.

Amico, ex sindaco di Genola e terza quaquara d’oro, Giovanni Quaglia ha portato i saluti del presidente dei Piemontesi nel Mondo Colombino: “Genola è cresciuta per merito di tutti, dei cittadini, delle imprese, grazie al rispetto reciproco anche nelle differenze di idee. Con Gianfranco abbiamo lavorato con spirito di autonomia e collaborazione volendo un bene matto alla comunità perché da una somma di persone si può diventare una comunità.”.

In queste ore è in corso la festa di San Marzano con il pranzo delle eccellenze del territorio, l’esposizione dei trattori d’epoca e il mercatino di beneficenza dei bambini, tutte attività portate avanti negli anni con lo scopo di valorizzare il senso di appartenenza alla comunità cittadina.

Il premio quaquara d’oro è stato istituito nel 2005 proprio in occasione della festa di San Marziano ed è stato assegnato in questi anni a don Giulio Madurini, don Battista Genesio, Giovanni Quaglia, don Antonio Grasso, Beppe Lissandro, don Mario Dompè, Franco Chiabotto, Bartolo Gavatorta, Maria Lovera, Roberto Ursini e Gianfranco Capello.

Al termine del consiglio comunale si è tenuto un incontro della Familia Pimonteisa della Societad Italiana di Marcos Juarez insieme al comitato del gemellaggio di Genola in cui è stata raccontata la storia di un gemellaggio nato quasi per caso: “Facemmo un censimento della popolazione di Marcos Juarez per capire da dove venissero le famiglie con origini piemontesi. Sette avevano origine genolese e quindi prendemmo contatto con Gianfranco Capello che ci indicò Maria Teresa Origilia come contatto per il gemellaggio” ha spiegato Raul nel ripercorrere i passi di un’amicizia sempre viva da 15 anni a oggi.

Agata Pagani

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium