/ Economia

Economia | 20 maggio 2018, 21:46

La Banca Alpi Marittime ha approvato il Bilancio 2017: l’utile ha superato i 16 milioni di euro

Eletto il nuovo Consiglio: Gianni Cappa riconfermato Presidente

La Banca Alpi Marittime ha approvato il Bilancio 2017: l’utile ha superato i 16 milioni di euro

Il Palazzetto dello Sport di Carrù ha ospitato, domenica 20 maggio, l’assemblea annuale, ordinaria della Banca Alpi Marittime Credito Cooperativo Carrù.

Assemblea cui hanno partecipato circa mille soci, durante la quale, oltre l’approvazione del bilancio sono state presentate le attività che, col sostegno della stessa banca sono andate consolidandosi.

Molto apprezzato l’intervento di Giulio Magagni, Presidente di Iccrea Banca Spa, che ha rappresentato il Gruppo Bancario Iccrea, cui la Bam ha dato l’adesione in virtù della nuova normativa sul mondo del Credito Cooperativo.

Il costituendo Gruppo Bancario Cooperativo parte da un assetto di grande rilevanza, potendo già contare su 4 milioni di clienti, 2.600 sportelli presenti in 1.720 comuni italiani, un attivo di circa 150 miliardi, un patrimonio netto di 11,4 miliardi. Queste dimensioni collocano il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, tra i primi 4 gruppi bancari italiani, ma si può definire la prima banca locale del Paese.

Particolarmente seguito l’intervento del Presidente Gianni Cappa, sia con riguardo alla relazione di bilancio che ai temi relativi all’adesione al Gruppo Bancario Iccrea e alle attività sociali sul territorio.

«L’andamento degli utili negli ultimi 10 anni – ha riferito il Presidente della Bam - pari ad oltre 108 milioni di euro, ha fatto sì che la Banca abbia potuto conseguire quel rafforzamento patrimoniale, auspicato fin dal maggio 2007, che vede i fondi propri attestarsi ad oltre 170 milioni di euro con un TIER 1, che ha raggiunto il 12,32 % e il Total Capital Ratio, che si è assestato al 12,92%. L’esercizio del 2017 si è chiuso con un utile netto che ha superato i 16 milioni di euro. Quindi ha aggiunto: «Finisco col citare due dei dati fondamentali di questo bilancio che sono il totale della raccolta globale, che ha raggiunto 2 miliardi e 518 milioni di euro e il totale degli impieghi lordi, che hanno superato 1 miliardo e 300 milioni di euro. Grande soddisfazione per tutto il Consiglio di Amministrazione è stato anche vedere l’aumento del numero dei Soci che ha ormai raggiunto quota 13.500».

Nel corso dell’Assemblea, il Direttore Generale, Carlo Ramondetti ha poi rappresentato la storia delle attività e dell’operatività della struttura sul territorio negli ultimi 10 anni. «Possiamo con orgoglio affermare che i crediti erogati dalla banca negli ultimi dieci anni hanno superato 1 miliardo e 600 milioni di euro, di cui oltre 200 milioni solo nel 2017. Abbiamo così potuto aiutare e rafforzare la crescita delle PMI, dando anche un contributo importante alle famiglie, permettendo l’acquisto dell’abitazione e spesso dando un concreto aiuto al riassetto del bilancio familiare così provato dalla crisi economica».

Durante l’Assemblea sono stati inoltre premiati alcuni dei Soci più anziani e due Start Up, SATISPAY e RECTV. Hanno ritirato il premio, il Co-founder e CEO, della prima, Alberto Dalmasso,con la motivazione “per l’impegno e la dedizione nel portare avanti le proprie idee che hanno consentito alla società di raggiungere il primato a livello nazionale nel proprio settore di riferimento” e Ilaria Chiesa, che ha spiegato come avesse realizzato una particolare idea innovativa per creare attrezzature intelligenti per la realizzazione di video.

Rinnovo delle cariche sociali – Sono stati eletti i seguenti amministratori: Consiglio di Amministrazione: Giovanni Cappa (Presidente), Domenico Massimino (Vice Presidente), Giovanni Bracco, Marco Canavoso, Fabrizio Clerico, Marcello Gatto, Leonardo Garesio, Gian Pietro Gasco e Milena Viassone. Collegio Sindacale: Edoardo Fea (Presidente), Carlo Boggetto, Massimo Troia. Supplenti: Mauro Cardone, Patrizia Monti. Probiviri: Marco Didier (Presidente), Paolo Fenoglio, Michela Rosso. Supplenti: Francesca Pellegrino, Alberto Summa.

Sede, filiali e dipendenti – La Banca Alpi Marittime Credito Cooperativo Carrù, fondata nel 1899, ha la propria sede all’interno del Castello di Carrù ed è presente sul territorio con 21 filiali (Carrù, Mondovì Breo, Mondovì Altipiano, Mondovì Carassone, Cuneo e Cuneo Piazza Galimberti, Alba, Beinette, Dogliani, Farigliano, Monforte d’Alba, Pamparato, Piozzo, San Michele Mondovì, Vicoforte, Villanova Mondovì, Morozzo, Torino Santa Teresa, Torino Sant’Anselmo, Torino Gran Madre, Loano) di cui 2 sedi secondarie ovvero quelle di Loano e Torino Santa Teresa. Ha inoltre 4 sportelli di Tesoreria a Clavesana, Novello, Ormea e 9 sportelli bancomat a Bastia Mondovì, Chiusa Pesio, Clavesana, Cuneo zona Movicentro, Cuneo zona Ipercoop, Lequio Tanaro, Magliano Alpi, Loano, Pratonevoso e a Torino – CUS Torino.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium