/ Agricoltura

Agricoltura | 22 maggio 2018, 07:30

Cuneo: i 10 anni di Campagna Amica Coldiretti

Nata a livello nazionale nel 2008, ora nella "Granda" conta 245 punti vendita diretti in azienda o attraverso i mercati, 2 botteghe, 76 agriturismi e 42 Fattorie didattiche

Elisa Rebuffo, responsabile di Campagna Amica Coldiretti per la provincia di Cuneo

Elisa Rebuffo, responsabile di Campagna Amica Coldiretti per la provincia di Cuneo

Campagna Amica è un progetto lanciato a livello nazionale da Coldiretti a partire dal 2008. Obiettivo? Valorizzare l’incontro tra gli agricoltori e i consumatori attraverso una rete capace di promuovere la vendita diretta dei prodotti nelle aziende, nelle botteghe e nei mercati contraddistinti dal marchio. Poi, il percorso si è sviluppato con la nascita degli agriturismi e delle Fattorie didattiche.

Il circuito, in realtà, aveva avuto origine, seppure in proporzioni più contenute, nel 2001, proprio grazie alla Coldiretti della provincia di Cuneo attraverso le Fattorie Amiche. Dimostrando, già allora, che gli agricoltori coinvolti stavano maturando una sensibilità importante verso il tema del prodotto a chilometro zero. Dopo, nella “Granda” quel percorso si è lentamente rafforzato con il passare del tempo consolidandosi definitivamente dieci anni fa quando la rete si è estesa a tutto il territorio italiano.

“Campagna Amica - spiega la responsabile del progetto Coldiretti per la provincia di Cuneo, Elisa Rebuffo - si declina in più percorsi con lo scopo di promuovere la multifunzionalità rurale. L’attività principale rimane sempre quella agricola, ma gli imprenditori del settore interessati offrono poi una serie di servizi aggiuntivi che servono a integrare il reddito e ad avere una maggiore visibilità per incrementare l’economia dell’azienda”.

Avete un disciplinare da seguire? “C’è un regolamento sulle attività proposte ancora più restrittivo rispetto a quanto previsto dalla Legge. In particolare sulla vendita diretta. Avendo l’obiettivo di garantire, attraverso la tracciabilità, la filiera agricola interamente italiana. Questo è il cuore del progetto e il tacito patto siglato con i consumatori, che si concretizza anche nei controlli interni al circuito. I produttori, su questa promessa, ci mettono la faccia. Lo slogan iniziale, valido ancora adesso, era: “Coltiviamo gli stessi interessi”. E così è stato. Un percorso che, visto il successo ottenuto, ha dato soddisfazioni e ha funzionato da entrambe le parti, con l’impegno a mantenere sempre vivo l’accordo”.          

I NUMERI E LE ATTIVITA’ IN  PROVINCIA DI CUNEO

Ora, in provincia di Cuneo, le attività accreditate a Campagna Amica con punti vendita in azienda o nei mercati sono 245, le botteghe, 2, gli agriturismi, 76, e le Fattorie didattiche, 42. Una parte importante dello smercio dei prodotti a chilometro zero avviene tramite i mercati.

Nella “Granda”, al momento, si svolgono in sei località: Cuneo, il sabato mattina in piazza della Costituzione; Alba, il mercoledì mattina in piazza San Paolo; Montà d’Alba, la domenica mattina, in piazza Vittorio Veneto; Ceva, il mercoledì mattina in piazza Vittorio Veneto; Fossano, il mercoledì e il sabato mattina in viale delle Alpi; Savigliano, il martedì e venerdì mattina, in piazza Cesare Battisti. Ci sono però le richieste di altri Comuni che Coldiretti spera di poter soddisfare nel più breve tempo possibile.

Inoltre molte aziende accreditate partecipano durante l’anno, con i loro banchi, a una sessantina di manifestazioni enogastronomiche organizzate in Piemonte. Costruendo delle isole riconoscibili dagli stand gialli con il marchio di Campagna Amica. 

Invece, le Fattorie didattiche? “Sono aziende - sottolinea Rebuffo - strutturate e ripensate per permettere a quanti le visitano - alunni delle scuole, persone adulte, famiglie - di conoscere da vicino e in modo concreto come funziona l’agricoltura di oggi, le caratteristiche, come nascono i prodotti, come arrivano sulla tavola. Certamente è un’attività di notevole importanza per i bambini che rappresentano già i consumatori di oggi, ma saranno, soprattutto, quelli di domani. Per cui è importante consentire loro di capire i processi produttivi, in modo che possano diventare consapevoli e critici nelle scelte dei cibi in vendita”.

Gli agriturismi? “Le 76 aziende coprono l’intero territorio provinciale  di Cuneo. Anche loro hanno come attività principale quella agricola, proponendo un ricco e variegato paniere di prodotti. Poi, offrono servizi di accoglienza e di ospitalità che va dal solo dormire alla possibilità di consumare i pasti. Inoltre, stanno aumentando gli agri-campeggi che consentono il pernottamento sul fondo aziendale con le sistemazioni “mobili” dei turisti”.

In questo settore c’è un’interessante novità. “Infatti. Si tratta degli agri-chef. Come Coldiretti abbiamo formato 14 titolari o coadiuvanti degli agriturismi che, nelle loro strutture, trasformano le produzioni in piatti di qualità, ma impreziositi dalla ricercatezza nella preparazione e nella presentazione al consumatore. Un modo per migliorare la proposta, raccontando l’agricoltura attraverso la cucina”.

Campagna Amica è ormai una realtà consolidata. Le porte sono aperte per altri passi in avanti e ulteriori miglioramenti del percorso.       

Sergio Peirone

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium