/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 22 maggio 2018, 12:15

Cuneo, il Comune esce dalla gestione dell'autostrada Albega-Ceva: le quote verranno vendute per 78mila euro

Secondo il sindaco Borgna, che ha relazionato alla commissione consiliare la proposta di ordine del giorno che verrà discussa in Consiglio, il progetto è stato giudicato "non strategico"

Foto generica

Foto generica

Che le infrastrutture (grandi o piccole) siano state al centro dell'intera giornata di ieri, lunedì 21 maggio, per l'amministrazione comunale di Cuneo è fuor di dubbio. Anche della commissione consiliare tenutasi alle 18 nella sala del Consiglio comunale, con specifica attenzione all'autostrada Albenga-Garessio-Ceva e alla dismissione della partecipazione dell'amministrazione stessa alla società di gestione.

L'argomento è già stato trattato nel corso del Consiglio comunale dello scorso settembre dove la dismissione era stata in effetti formalizzata da una proposta di ordine del giorno relazionata dal sindaco Federico Borgna. E lo stesso Borgna ha illustrato le novità in merito nell'apertura della commissione: "La partecipazione all'autostrada è stata indicata come "non strategica" dalla legge Madia; il suo sviluppo appare remoto e nel tempo non ha mai raggiunto il suo obiettivo."

Secondo il sindaco la società avrebbe valutato la cessione per un totale di 78mila euro, 13 euro esatti per ogni azione; il comune ha quindi cercato eventuali altri acquirenti, tramite asta, senza successo. La nuova delibera che verrà discussa lunedì 28 maggio nel prossimo Consiglio comunale riguarda quindi l'adozione di questo percorso.

Spazio quindi ai commenti dei consiglieri presenti.

Beppe Lauria: "Non commento la delibera, perfettamente in norma. Io però mi sono sempre schierato contro la dismissione e non credo il progetto non sia strategico; l'autostrada magari non si farà mai ma la partecipazione dell'amministrazione permetteva di mantenere una posizione in più nel mondo delle infrastrutture. Prendo atto degli sviluppi ma mi chiedo perché sulla LIFT si sia adottato un comportamento diverso, e come verranno spesi questi 78mila euro."

Alle stesse domande è arrivato anche Nello Fierro: "Penso la dismissione trasmetta l'idea di un'amministrazione disinteressata al mondo delle infrastrutture, argomento invece caldo e importantissimo."

La risposta a Federico Borgna. "Tra LIFT e autostrada la differenza è che per la partecipazione in quest'ultima si è palesato un acquirente; dopo aver definito la non strategicità del progetto la cessione diventa obbligatoria per legge. Dire poi che l'attenzione dell'amministrazione rispetto all'argomento infrastrutture sia scarsa è sbagliato, come ha testimonianto il primo incontro di questa mattina del Comitato grandi infrastrutture: semplicemente questo scenario è di gran lunga meno urgente e importante di altri. Infine i 78mila euro immagino saranno investiti e spero non in manutenzioni straordinarie ma in progetti originali: su questo punto la palla passa a voi consiglieri comunali, sfidateci!"

 

s.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium