/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 22 maggio 2018, 13:45

Verzuolo: sindaco e maggioranza fanno il punto sui primi 4 anni di mandato, con lo sguardo già rivolto al futuro

Ieri (lunedì) la conferenza stampa, alla presenza del primo cittadino Gian Carlo Panero, del il vicesindaco Giampiero Petiti, degli assessori Mattia Quaglia e Gabriella Bernardi e del consigliere delegato Michela Barale

Il sindaco Gian Carlo Panero

Il sindaco Gian Carlo Panero

Alla vigilia dei quattro anni di mandato alla guida di Verzuolo, l’Amministrazione comunale del sindaco Gian Carlo Panero ha indetto ieri (lunedì) una conferenza stampa per illustrare quanto fatto sino ad oggi ed i progetti in cantiere.

Prima di tutto, però, Panero parte da una considerazione di carattere generale: “La nostra Costituzione –ha esordito – prevede chiaramente l’autonomia degli Enti locali, oggi non rispettata. Nel 2018 si parla di un taglio di 10milioni di euro alla nostra Provincia, che metterà senza dubbio in discussione la gestione delle strade e delle scuole”.

 Prima di addentrarsi nello specifico, il sindaco elenca in punti gli ambiti toccati dalle politiche intraprese dalla sua squadra: “Difesa del reddito e della famiglia, lavoro e imprese, ambiente, aspetti sociali, sport e tempo libero, cultura e sicurezza: un contributo portato per migliorare la qualità della vita dei cittadini di Verzuolo”.

Accanto a lui il vicesindaco Giampiero Petiti, gli assessori Mattia Quaglia e Gabriella Bernardi ed il consigliere delegato Michela Barale.

Tutta la maggioranza è coinvolta, con deleghe non solo agli assessori ma anche a tutti i consiglieri”, spiega Panero, che poi aggiunge: “Abbiamo sempre sviluppato un rapporto di trasparenza, convocando i cittadini per illustrare il bilancio preventivo, con un notiziario periodico annuale e con un’opera di informazione. Al tempo stesso, con la minoranza si è creato uno stretto dialogo”.

Verzuolo è troppo piccola per esser grande e troppo grande per essere piccola. – ha aggiunto il sindaco – Ci troviamo ad essere penalizzati perché siamo in quella fascia compresa tra i 5 ed i 10mila abitanti. Occorre rilanciare il ruolo di autonomia degli Enti locali, prossimità dello Stato nel rapporto con i cittadini.

Abbiamo un bilancio ingessato dai vincoli e dai cambiamenti che intervengono anche in corso d’opera”.

In tema di bilancio, è stato sottolineato l’azzeramento delle spese di rappresentanza (“Lo facciamo per spirito di servizio” dirà Panero), l’aumento di avanzo di amministrazione, che tocca quota 2400000 euro, il recupero di 74mila euro (solo nel 2017) di tributi evasi, gli investimenti (953mila euro), i tributi, rimasti sempre invariati e la creazione di un fondo per la restituzione dell’Irpef a quanti abbiamo il reddito inferiore a 17mila euro annui.

Grazie al comportamento virtuoso dei cittadini – ha specificato il sindaco – siamo riusciti in 2 anni a ridurre del 16% la tassa rifiuti”.

La demografia cittadina si chiude nel 2017 con un positivo +67, ma il saldo della natimortalità resta comunque negativo: “Ne deriva una particolare attenzione alle famiglie – ha detto il primo cittadino – con tavoli di lavoro, sconto sulle rette dei pasti dell’asilo, affitti concordati, riduzione dei tributi, case popolare e politiche rivolte alle giovani coppie. Ricordiamo i 30mila euro stanziati per l’asilo Keller, come sostegno per gli scolari in difficoltà, ed i corsi di italiano per gli immigrati, in un’ottica di integrazione”.

Ricordato anche il passaggio in capo alla cooperativa “Puntoservice” della casa di riposo, con investimenti per oltre 200mila euro e con la richiesta di 20 nuovi posti letto per non autosufficienti.

Investimenti pubblici: “Si deve investire ogni volta che ciò si rende possibile, per dare fiato, risorse e sostegno alle ditte locali, migliorare la qualità della vita e rispondere alla crisi occupazionale” ha spiegato il sindaco, prima di elencare le opere portate a termine in questi primi quattro anni.

Asilo del capoluogo, mensa della scuola media, casa di riposo, alloggi comunali, asfalti ed illuminazione pubblica sono i capitoli citati in conferenza stampa, per un totale che supera quota un milione di euro, ai quali vanno aggiunti i 980mila euro del bando per l’illuminazione pubblica.

Attenzione anche al capitolo sicurezza, sia essa riguardante i parchi giochi, le condizioni delle strade comunali ed il rispetto del codice della strada. Presto in arrivo, proprio a tal proposito, l’assunzione di un nuovo agente di Polizia locale.

Sul fronte delle politiche giovanili, è stato annoverato il rilancio del Consiglio comunale dei ragazzi, che vanta “una partecipazione convinta, avvicinando i ragazzi alla vita civica e sociale, laddove la scuola presenta qualche difficoltà” ha detto Panero.

L’opera dell’Amministrazione comunale a sua guida ha poi toccato la sfera del volontariato, con il sostegno alle tante realtà della cittadina, alle quali è andato il ringraziamento di sindaco, assessori e consiglieri.

Ma lo sguardo è già rivolto al futuro.

Prevediamo incontri sul futuro di Verzuolo – è stato annunciato – che coinvolgano cittadini, imprese e coloro che abbiano idee per vedere come sia possibile ‘impostare’ la Verzuolo del 2025, che sia ‘smart’ non solo dal punto di vista tecnologico, ma anche sotto il profilo del capitale umano.

Analizzeremo ciò che emerge dagli incontri e, successivamente, porteremo le idee ai rappresentati degli Enti superiori al Comune, a partire dalla Provincia”.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium