/ Cuneo e valli

Cuneo e valli | 22 maggio 2018, 07:55

Al via il progetto "Terract - Gli attori della Terra" per la formazione dei giovani

Un percorso gratuito per valorizzare il patrimonio transfrontaliero italo - francese. La “terra” è la regione che si estende tra Cuneo e Nizza, caratterizzata da un patrimonio culturale e paesaggistico unico

Al via il progetto "Terract - Gli attori della Terra" per la formazione dei giovani

La valorizzazione del patrimonio culturale, naturale e paesaggistico dell’area alpina tra Italia e Francia passa anche attraverso il teatro. In occasione dell’anno europeo del patrimonio culturale, si dà avvio a “TERRACT – Gli attori della Terra”, uno dei progetti vincitori del Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia-Francia Alcotra 2014-2020 che prende vita dalla collaborazione di Social Community Theatre Centre | Corep di Torino (capofila) con la Compagnia Il Melarancio di Cuneo e il Théâtre National de Nice.

Il progetto vedrà coinvolti enti, associazioni e comunità locali per i prossimi tre anni e permetterà ai giovani del territorio di entrare in contatto con tradizioni e luoghi poco conosciuti e apprendere ad inserirli in un racconto che può esser fondante per l’identità delle loro comunità di appartenenza.

La “terra” è la regione che si estende tra Cuneo e Nizza, caratterizzata da un patrimonio culturale e paesaggistico unico. “Gli attori” sono tutte le persone coinvolte nel progetto: il team di artisti professionisti, gli operatori culturali, i giovani e gli abitanti locali. Si tratta di attori che agiscono sulla loro terra per riportarne alla luce le risorse nascoste, ma anche di attori in senso stretto, che adoperano i linguaggi teatrali per reinterpretare il patrimonio culturale e naturale e trasformarlo in un racconto fruibile sia dagli abitanti locali che dai turisti.

Il progetto prevede un corso di formazione gratuito destinato ad un gruppo di giovani tra i 18 e i 35 anni che desiderino acquisire le competenze proprie degli operatori culturali, dalla progettazione all’organizzazione di eventi culturali partecipati, e siano interessati alla divulgazione del patrimonio culturale e paesaggistico. Il percorso formativo comprende 11 weekend tra ottobre 2018 e agosto 2020 e rilascia un titolo certificato sia dal Social Community Theatre Centre | Corep che dal Théâtre National de Nice.

All’interno del percorso di formazione è prevista l’organizzazione di due grandi eventi teatrali estivi ad agosto 2019 ed agosto 2020, che saranno aperti anche ai giovani del territorio: è prevista infatti la partecipazione di sessanta ragazzi italiani e francesi tra i 14 e i 25 anni. Questi eventi di comunità – i cantieri teatrali – prevedono due settimane di formazione e una settimana di spettacoli che faranno tappa in diverse località del territorio. Gli spettacoli coinvolgeranno attivamente le comunità locali e saranno incentrati sulla storia, le tradizioni e la valorizzazione degli spazi della regione.

La formazione mescola educazione formale e non formale e prevede numerose uscite sul territorio. Si basa sulla metodologia di Teatro Sociale e di Comunità (TSC) ideata dal Social Community Theatre Centre | Corep, che dal 2011 viene disseminata a livello europeo. È una metodologia di per se stessa inclusiva, in quanto riunisce professionisti appartenenti a diverse aree disciplinari, cittadini, ambiente e territorio e permette ad ogni soggetto di esprimersi individualmente e di collaborare alla realizzazione della partitura di uno spettacolo.

In questo modo, i giovani acquisiscono un bagaglio di conoscenze che li renderanno protagonisti del processo di cambiamento attraversato dalle loro comunità e creano delle reti sociali utili anche allo sviluppo dell’economia locale.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium