/ Viabilità

Viabilità | 22 maggio 2018, 09:08

Il Dipartimento delle Alpi Marittime sollecita l’ANAS: “Mettere in sicurezza il tunnel del Tenda”

Approvata all’unanimità una mozione relativa al tunnel stradale e al servizio ferroviario. Il Dipartimento esposto, per il tunnel, per oltre 35 milioni di euro

Il Dipartimento delle Alpi Marittime sollecita l’ANAS: “Mettere in sicurezza il tunnel del Tenda”

La “questionevalle Roya, intesa come i problemi di una valle “sospesa” tra un tunnel sulla cui sicurezza permangono dubbi e una linea ferrata che sembra oggetto di lavori infiniti, senza una data certa per l’avvio concreto del suo utilizzo, é sbarcata nel Consiglio Dipartimentale delle Alpi Marittime riunitosi a Nizza.

All’unanimità i consiglieri hanno approvato una mozione che, relativamente al tunnel, “chiede all’ANAS di effettuare ogni intervento utile al fine di assicurare la continuità della circolazione stradale su un’arteria importante per gli abitanti delle valli francese e italiana”.

Il dibattito che ha caratterizzato l’approvazione del documento è servito anche per ricordare come la spesa prevista per la realizzazione del “Tenda bis” sia di 209,5 milioni di euro, finanziata per il 41,65% dalla parte francese con 35,4 milioni di euro in capo direttamente al Dipartimento delle Alpi Marittime.

Relativamente alla linea ferroviaria, il documento adottato dal Dipartimento auspica che “SNCF riprenda, al più presto, l’attività commerciale della linea al fine di limitare il danno subito dagli abitanti della vallata”.

L’approvazione all’unanimità del documento dovrebbe far sentire a breve i suoi effetti, il Presidente del Dipartimento delle Alpi Marittime Charles-Ange Ginésy, a seguito anche delle forti sollecitazioni del Sindaco di Tende Jean-Pierre Vassallo dovrebbe recarsi nella vallata nei prossimi giorni proprio per rimarcare l’interesse e le preoccupazioni da parte francese. 

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium