/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | venerdì 25 maggio 2018, 13:51

Alpinista colto da malore sulla Nord del Monviso: recuperato in elicottero dal Soccorso alpino (FOTO)

L’intervento si è da poco concluso. L’allarme è scattato in fase di ascesa, alcune centinaia di metri a valle della vetta

Foto di Nicolò Bertola

Foto di Nicolò Bertola

Intervento dell’elisoccorso dell’emergenza sanitaria, poco fa, sul Monviso, dove un alpinista è stato colto da malore sulla parete Nord, ad alcune centinaia di metri dalla cima del Re di Pietra.

L’uomo, insieme a una guida alpina ed a compagni di cordata, pare non avesse ancora raggiunto la vetta. In seguito all’allarme è decollato l’elicottero dalla base di corso Marche a Torino, che prima di salire in quota ha fatto “campo base” a Crissolo, dove ha scaricato il personale sanitario e l’attrezzatura.

Giunto sul massiccio del Monviso, alcune nubi hanno reso difficoltose le operazioni di localizzazione dell’alpinista. Tuttavia, il tecnico di elisoccorso del Soccorso alpino presente sul mezzo aereo è riuscito ad individuare la zona dell’incidente e a tentare un primo recupero. In paese, intanto, si è immediatamente resa operativa una squadra formata da volontari del soccorso alpino della XIV delegazione, pronta ad intervenire in quota in caso di supporto.

L’intervento dei volontari però non è stato necessario, dal momento che poco dopo l’elisoccorso ha riportato a Crissolo l’alpinista in difficoltà, affidandolo alle cure dei sanitari.

Si è comunque reso necessario un secondo volo o quota 3400 metri circa di altitudine, per il recupero della guida alpina, dei compagni di cordata e del materiale tecnico, al quale ha preso parte un volontario della stazione di Soccorso alpino crissolese.

Terminato l’intervento sul Monviso, prima di riatterrare a Crissolo l’elicottero si è recato all’aeroporto di Levaldigi per effettuare rifornimento di carburante.

Ni.Ber.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore