/ Curiosità

Curiosità | 26 maggio 2018, 19:20

All'osteria Bela Rosin di Racconigi sconto del 10% per chi non usa il cellulare a tavola

Un'iniziativa figlia del nostro tempo proposta da un paio di mesi nel menù del locale del signor Gabriele Mariano

Foto dal sito del ristorante

Foto dal sito del ristorante

E' ormai diventata un'appendice irrinunciabile della nostra vita. Lo guardiamo in continuazione, tra messaggi whatsapp, social, giornali, app di vario genere. E non è raro vedere le persone che ne fanno uso anche al tavolo, mentre sono a cena con gli amici. Parliamo, ovviamente, dello smartphone.

Ma il momento del pasto dovrebbe essere soprattutto di condivisione e socialità con chi è seduto vicino a noi. Proprio per questo il signor Gabriele Mariano, titolare dell'osteria Bela Rosin di Racconigi, da un paio di mesi ha lanciato un'originale proposta ai suoi avventori: sconto del 10% per le tavolate che rinunciano all'uso del cellulare durante il pranzo o la cena.

Si chiama "phone free" ed è esplicitata, nero su bianco, nel menù del locale. "Ho deciso di farlo soprattutto per i ragazzi, perché quando sono a tavola possano chiacchierare e stare insieme senza essere continuamente distratti dal cellulare", ci dice.

E' un'evoluzione dell'amaro o del digestivo a fine pasto, normalmente offerto dal ristoratore. "Io credo faccia più piacere uno sconto. E mi fa ancora più piacere sentirmi dire da qualcuno che è un'iniziativa bella a prescindere dal piccolo risparmio sul conto della cena", continua il signor Gabriele, disposto a rimetterci di tasca propria per trasmettere, soprattutto ai giovani, la cultura dello stare insieme e dello scambio a tavola. Non solo, quindi, un consiglio, ma molto di più. Chi vuole può depositare il telefono nelle scatole di stoffa fatte fare a questo scopo, in tinta con le tovaglie del locale. 

Non è nuovo, questo ristorante, ad iniziative positive: Bela Rosin è uno dei 200 ristoranti d'Italia ad aver aderito alla campagna “Ristoranti contro la fame“. Lo scopo è quello di portare cibo terapeutico, acqua potabile e fornire assistenza umanitaria dove la malnutrizione colpisce senza pietà. Una serie di piatti sono infatti solidali e, nello sceglierli, si donano 2 euro a questa causa promossa attraverso l’hashtag #RistoranticontrolaFame sui social, sulle riviste Sale&Pepe.it e Cucina Moderna e attraverso i canali di altri marchi eccellenti: Ambasciatori del Gusto, Associazione Pizzaiuoli Napoletani, Associazione Professionale Cuochi Italiani, BeIt Taste Festivals Italia, Chic, le Soste, The Fork e Touring Club Italiano.

 

Barbara Simonelli

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium