/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | 09 giugno 2018, 11:30

“Sogno (Ma forse no)”, Pirandello a Rifreddo

Stasera sabato 9 giugno alle 21. In scena il cast di attori in movimento dell’associazione For Family

Il cast di Sogno o forse no con il regista Emiljano Palali

Il cast di Sogno o forse no con il regista Emiljano Palali

Con lo spettacolo “Sogno (Ma forse no)” tratto dall’opera di Luigi Pirandello portato in scena dal cast  degli “Attori in movimento” dell’associazione   For family” si chiude stasera sabato 9 giugno alle  21 nel  Salone parrocchiale di piazza della Vittoria la fortunata stagione teatrale rifreddese “Teatrando in Rifreddo”.

Il lavoro già portato al Teatro Blu di Buriasco, dove ha colpito per l’intensità e la forza recitativa, la presenza scenica dei due attori protagonisti Salvatore Curaba  e Simona Sanmartino, la suggestività dell’allestimento, pochi elementi che riempiono a riempire di presenze il palcoscenico,  orta la firma di Emiljano Palali giovane regista 29enne diplomato all’Accademia di Tirana e già regista all’Accademia di Firenze.

E’ un allestimento contemporaneo ed essenziale quello realizzato inserendo il testo pirandelliano all'interno di un'altra storia, quella di una donna di mezza età in crisi per le scelte fatte nella vita e con il rimpianto di aver preferito la carriera al soddisfacimento del suo istinto materno.

"Una esperienza scenica di meta teatro – spiegano gli autori – in cui crisi di identità e pazzia sono i cardini filosofici che mettono in risalto la drammaticità dell’esistenza umana". Il giovane regista affida la rappresentazione della dimensione onirica a un personaggio effimero (Veronica Gnola) che parla solo attraverso la musica struggente e ancestrale del flauto traverso. 

Protagonisti Salvatore Curaba conterraneo di Pirandello e attore di grande esperienza dei testi del più importante drammaturgo italiano, che ha recitato proprio nel teatro Pirandello di Agrigento e Simona Sanmartino attrice dalla verve drammatica ma che si muove anche nei testi più divertenti ed ha alle spalle piéce di teatro classico e contemporaneo.

Un testo nel testo secondo le regole del meta teatro con tematiche particolarmente attuali e sensibili.  "È la prima volta che lavoro con questo regista - dice Simona Sanmartino, verzuolese - ma mi sono trovata subito bene perché condividiamo la stessa idea di teatro e credo che l'allestimento realizzato metta in risalto la bellezza del testo senza nulla togliere agli attori. Preparare questo spettacolo è stato faticoso ma anche molto divertente e gratificante".

L'ingresso allo spettacolo avrà un costo di 7 euro. I biglietti sono prenotabili all’utenza telefonica 3661743693.

VB

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium