/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | mercoledì 13 giugno 2018, 14:31

Envie: “addio” alla “vecchia” carta d’identità, che ora verrà rilasciata in formato elettronico

La Giunta comunale, presieduta dal sindaco Roberto Mellano, ha deliberato le determinazioni propedeutiche all’avvio del servizio

Immagine di repertorio

La Carta d’identità elettronica (Cie) approda anche ad Envie.

La Giunta comunale, presieduta dal sindaco Roberto Mellano, ha deliberato le determinazioni propedeutiche all’avvio del servizio.

Il nuovo documento, in formato elettronico, è stato introdotto con la legge del 6 agosto 2015, che prevede come il processo di emissione della Carta d’identità elettronica sia esclusivo appannaggio del Ministero dell’Interno, mentre la produzione sia compito invece dell’Istituto poligrafico Zecca dello Stato.

L’Ente comunale, dunque, devo solo predisporre la ricezione della richiesta da parte del cittadino e la raccolta informatica dei dati documentali e biometrici, riscuotendo il corrispettivo per le spese di rilascio del documento.

L’utenza potrà richiedere la Carta d’identità elettronica nel caso di primo rilascio, deterioramento, smarrimento o furto.

Il Ministero dell’Interno ha fornito al Comune di Envie una postazione di lavoro informatica mettendo così l’ufficio anagrafe in condizione di raccogliere tutti i dati necessari, come ad esempio l’impronta digitale del richiedente.

Tramite il sito www.cartaidentita.interno.gov.it il cittadino può prendere visione di tutte le informazioni utili al rilascio della Cie, e al tempo stesso prenotare l’appuntamento presso gli uffici comunali, indicando anche l’indirizzo per la consegna del documento d’identità.

Importante sapere che, ogni maggiorenne, dal portale potrà esprimere la sua volontà in materia di donazione di organi, come specificato dalle linee guida di Ministero dell’Interno e Ministero della Salute.

I costi: 22,21 euro totali (arrotondati a 22,20), rispettivamente suddivisi in 5,16 euro di diritto fisso, 0,26 euro di diritto di segreteria e 16,79 euro di corrispettivo statale.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore