/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

generico settore agricoltura allevamento avicolo a tempo indeterminato azienda agricola del Monferrato (AL) ricerca...

Nel borgo marinaro di Gioiosa Marea e a pochi passi dal mare, pittoresca recentemente ristrutturata. La casa, dotata...

Frazione Diano Serreta, a soli 3,5 km dalle spiagge in splendida posizione con vista mare, vendesi casa...

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | mercoledì 13 giugno 2018, 08:00

Mondovì: 28 cittadini contribuiranno alla sicurezza partecipata

Il progetto comunale, supportato dalle forze dell'ordine, sta prendendo forma

Assume contorni sempre più marcati il progetto di potenziamento della sicurezza partecipata a Mondovì, che ha come obiettivo il coinvolgimento della cittadinanza.

"Nei giorni scorsi - dichiarano dal municipio - ha preso forma il progetto di controllo di vicinato, che si basa su un principio semplice ed efficace: nessuno conosce una via o un quartiere meglio di coloro che lo abitano".

Sono in tutto 28 i futuri referenti delle aree cittadine che hanno manifestato la loro disponibilità, partecipando a un vero e proprio corso tenuto dai rappresentanti delle forze dell’ordine, rappresentate dal dottor Luigi Chilla, sostituto Commissario della Questura di Cuneo e dai capitani Raffaele Ciliento e Sara Raffaella D’Addio, comandanti, rispettivamente, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza monregalese, coadiuvati dal comandante della polizia locale, Domenica Chionetti

I referenti fungeranno, da coordinatori dei rispettivi quartieri, diventando punto di riferimento per i vicini di casa per la raccolta e il vaglio di informazioni mirate e per le conseguenti segnalazioni alle forze di polizia. 

"Nei prossimi giorni - concludono dal palazzo comunale - nasceranno gruppi di cittadini che avvieranno il percorso di controllo di vicinato, divenendo così protagonisti della sicurezza partecipata, a fianco del Comune e delle forze dell'ordine".

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore