/ Motori 24

Spazio Annunci della tua città

generico settore agricoltura allevamento avicolo a tempo indeterminato azienda agricola del Monferrato (AL) ricerca...

Nel borgo marinaro di Gioiosa Marea e a pochi passi dal mare, pittoresca recentemente ristrutturata. La casa, dotata...

Frazione Diano Serreta, a soli 3,5 km dalle spiagge in splendida posizione con vista mare, vendesi casa...

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Che tempo fa

Cerca nel web

Motori 24 | mercoledì 13 giugno 2018, 16:29

Sensazionale scoperta a Torino: collezione di raro pregio visitabile a costo zero

Il Gruppo FCA ha deciso di prorogare fino al 28 ottobre la mostra “Dietro la pubblicità”, allestita al Centro Storico Fiat in occasione della prima edizione di Archivissima, il festival internazionale degli archivi che si è svolto a Torino nei giorni scorsi

Capita che una coppia di amici ti inviti ad andare una domenica a Torino per fare un “giro nei i negozi che sono tutti aperti”. Capita che accetti anche se il programma non è proprio di tuo gradimento. Capita che l’uomo della coppia amica preferisca lasciare la carta di credito alla donna e raccogliere l’invito dell’altro uomo di disertare i negozi, che intanto sono esattamente la fotocopia di quelli della città di residenza, a favore di una cosa “da maschi”. Capita allora di finire casualmente al Centro Storico Fiat, e di rimanere senza parole dallo stupore.

Prendere nota dell’indirizzo prego: Via Chiabrera 20, dalle parti di Corso Dante, di Torino Esposizioni, del Valentino.

Si tratta di un elegante edificio liberty al quale si può accedere tutte le domeniche dalle 10 alle 19, non solo senza spendere un centesimo, ma accolti dal saluto di un baldo giovane in divisa. Al museo è possibile scoprire l’illustre storia tecnologica di Fiat, che ha raggiunto vette d’eccellenza in ogni ambito.

Si può ammirare il primo motore di aviazione del 1908; la produzione bellica e quella agricola; la Littorina, protagonista del trasporto ferroviario negli anni Trenta; i grandi motori per le navi ma anche le biciclette, sino agli elettrodomestici, che caratterizzarono i consumi del secondo dopoguerra.

Non mancano, ovviamente, le automobili: modelli storici che ripercorrono oltre un secolo di innovazione industriale e che ancora oggi esprimono il fascino della modernità.

Grazie a una ricchissima collezione di automobili, cimeli, modellini, manifesti pubblicitari, e a un enorme patrimonio documentale, è possibile ripercorre le tappe cruciali della storia dell’azienda.

Attualmente il Centro Storico documenta l’attività Fiat nel corso del Novecento, nei diversi settori aziendali, e raccoglie più di 5.000 metri lineari di testimonianze cartacee; 300.000 disegni tecnici; 18.000 manifesti; 1.300 bozzetti; 5.000 tra volumi e riviste di automobilismo e storia industriale; 6 milioni di immagini; 200 ore di filmati storici. La mostra “Dietro la pubblicità” in atto in questi giorni offre la possibilità di conoscere da vicino oltre ottocento preziosi bozzetti realizzati tra gli anni Venti e gli anni Settanta del Novecento, appartenenti alla collezione del Museo e per la prima volta digitalizzati e mostrati al pubblico.

I disegni preparatori di autori come Sironi, Romano, Codognato, Riccobaldi, Dudovich e Puppo - svelati su riproduzioni e in parte anche in originale - testimoniano le tecniche, i ripensamenti, la ricerca di un linguaggio capace di raccontare, lungo l’arco del Novecento, l’azienda e i suoi prodotti. DIDA Oggetti unici in esposizione al Centro Storico Fiat di Torino

Giulio Conter

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore