/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Jordan nato 16/04/2018 magnifico sano cucciolo sverminato ciclo vaccinale completo libretto sanitario e certificazione...

generico settore agricoltura allevamento avicolo a tempo indeterminato azienda agricola del Monferrato (AL) ricerca...

Nel borgo marinaro di Gioiosa Marea e a pochi passi dal mare, pittoresca recentemente ristrutturata. La casa, dotata...

Frazione Diano Serreta, a soli 3,5 km dalle spiagge in splendida posizione con vista mare, vendesi casa...

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | mercoledì 13 giugno 2018, 09:44

Savigliano, l’ex assessora presenta domanda per l’Ufficio Tecnico

Hanno trovato conferma le voci che indicavano Isabella Botta interessata ad un passaggio di ruoli in municipio. La richiesta di mobilità, avanzata dal funzionario Aipo, è assolutamente legittima ancorchè ritenuta inopportuna dalle minoranze e dallo stesso segretario del Pd

“Per quale ragione a Savigliano dopo due mesi non è stato ancora sostituito l'assessore dimissionario?”

Questo si chiedevano una settimana fa le minoranze in seno al Consiglio comunale di Savigliano, quella pentastellata di Antonello Portera e quella di centrodestra di Savigliano 2.0 di Tommaso Gioffreda.

La risposta del sindaco, Giulio Ambroggio, non è ancora arrivata, ma in compenso si è appreso, dopo la riunione dei capigruppo di ieri sera, che erano fondate le voci che indicavano l’assessora dimissionaria Isabella Botta intenzionata ad un passaggio da un ruolo politico ad uno tecnico in municipio.

L’ingegner Botta, funzionario dell’Aipo, scelta dal sindaco quale assessore tecnico al momento del suo insediamento, un paio di mesi fa aveva rassegnato le dimissioni adducendo ragioni personali.

Nei corridoi del municipio si era subito iniziato a vociferar sul fatto che l’ex assessora fosse interessata, usufruendo della mobilità della pubblica amministrazione, a sostituire il funzionario dell’Ufficio Tecnico comunale, Silvano Parlanti, prossimo alla pensione. Le dimissioni (e le voci) avevano dato adito a varie reazioni, provenienti, oltre che dal fronte dell’opposizione anche dalla stessa maggioranza.

Non più tardi di una settimana fa il segretario cittadino del Pd, Marco Paonne, aveva rilasciato a Targatocn questa dichiarazione: “A proposito delle voci relative all’ingresso dell’ex assessore Botta nell’organico dei dipendenti comunali – aveva affermato - abbiamo espresso al sindaco, sia in forma privata che pubblica, tutte le nostre perplessità circa l'inopportunità etica e politica di questa situazione. Non entriamo nel merito della correttezza formale e normativa della questione, perché riteniamo che la stessa sia stata vagliata e controllata dagli organi comunali competenti. Non possiamo però non esprimere come partito perplessità. Un tale tipo di scelta, ancorchè legittima, in futuro potrebbe suscitare diverse problematiche di gestione, nonché – aveva concluso il segretario del Pd - costituire un precedente significativo per la città di Savigliano”.

Il sindaco, ieri sera, ha comunicato che sono tre le domande pervenute per sostituire il responsabile dell’Ufficio Tecnico tra cui anche quella dell’ex assessora.

Toccherà ora ad una commissione esterna stilare una graduatoria secondo i criteri fissati dal bando.

Se sul piano tecnico “nulla quaestio”, è su quello politico che le polemiche non si sopiranno tanto facilmente.

Giampaolo Testa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore