/ Al Direttore

Che tempo fa

Cerca nel web

Al Direttore | giovedì 14 giugno 2018, 19:22

La ri- Fondazione CRC: "La realtà è che nessuno vuole perdere la cadrega"

Riceviamo e pubblichiamo

La ri- Fondazione CRC: "La realtà è che nessuno vuole perdere la cadrega"

Si infittiscono  interventi di preoccupazione rispetto alla Fondazione CRC di Cuneo, afferenti ad una vaticinata modifica statutaria che in buona sostanza ridurrebbe i posti a disposizione nel Consiglio di indirizzo.

Tali prese, o pretese, di posizione si ergono a  difesa della voce in capitolo degli eletti  rappresentanti le varie realtà locali, traduzione: meno posti meno democrazia.
In apparenza  buone intenzioni a cui, ci si permetta, non crederebbero neppure i bambini la sera prima di addormentarsi.

La realtà è che nessuno vuole perdere la cadrega, comoda e ben remunerata, v'è inoltre da sottolineare  come i nostri non vengono "eletti" bensì nominati.

Quanto al fatto che la modica non unanime  minerebbe il sacro crisma della fondazione di tutti, sarebbe duopo rammentate come l'attuale Presidente sia stato, lui si eletto, a maggioranza con un solo voto di scarto, dagli stessi indirizzatori che ora  invocano il tutti insieme appasionatamente, neanche fosse una risoluzione dell'ONU.

Diciamo le cose come stanno, sono più di vent'anni che intorno alla cassaforte della Fondazione si consumano scontri di potere che condizionano negativamente la nostra provincia, quindi sarebbe ora di finirla, anche se ci rendiamo conto e perdonate il francesismo "come ci siano sempre più sederi che sedie".

Piercarlo Malvolti

lettera firmata

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore