/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Da ristrutturare, su due piani con cantina interrata, portico annesso e garage esterno a parte, con terreno annesso di...

Affittasi trilocale 4/6 posti letto in Residence Blue Marine. Uso degli impianti sportivi piscina tennis bocce palestra...

Km reali iscritta ASI con CRS (possibilita` di pagare meno di assicurazione e dal 2020 tariffa ridotta anche sul bollo)...

(IM) vicinissimo piazza del mercato ampio monolocale mq 35 luminoso con parete mobile per separare zona cucina/notte,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | giovedì 14 giugno 2018, 10:45

Al Villaggio coldiretti di Torino arriva la "spesa sospesa"

Galliati e Rivarossa: "Frutta, verdura, formaggi, salumi e ogni tipo di genere alimentare Made in Italy di qualità e a km zero tra quelli proposti dagli agricoltori di Campagna Amica potrà essere donato"

Foto generica

Arriva la prima “spesa sospesa” per aiutare le famiglie italiane in difficoltà promossa da Coldiretti e Campagna Amica assieme alla Caritas. Palcoscenico d’esordio dell’iniziativa è il Villaggio Coldiretti a Torino #stocoicontadini, dalle ore 9 di venerdì 15 giugno ai Giardini Reali Superiori, aperti al pubblico per l'occasione per tutto il weekend.

I visitatori del mercato di Campagna Amica in piazza Castello avranno la possibilità di fare una donazione libera grazie alla quale acquistare prodotti a favore dei più bisognosi.

Frutta, verdura, formaggi, salumi e ogni tipo di genere alimentare Made in Italy di qualità e a km zero tra quelli proposti dagli agricoltori di Campagna Amica potrà essere donato – spiegano Fabrizio Galliati vicepresidente di Coldiretti Piemonte e Bruno Rivarossa Delegato Confederale - . Il tutto sarà raccolto e consegnato alla Caritas che si occupa della distribuzione alle famiglie in difficoltà con il Comitato S-Nodi e il progetto d’innovazione sociale FaBene. Il cibo sarà poi cucinato sui territori dalle stesse famiglie, che diventeranno a loro volta protagoniste attive di economia civile, e servito a chi ne ha bisogno. Un segno tangibile della solidarietà degli agricoltori e del Villaggio Coldiretti verso le fasce più deboli della popolazione più colpite dalle difficoltà economiche.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore