/ Cuneo e valli

Spazio Annunci della tua città

Da ristrutturare, su due piani con cantina interrata, portico annesso e garage esterno a parte, con terreno annesso di...

Affittasi trilocale 4/6 posti letto in Residence Blue Marine. Uso degli impianti sportivi piscina tennis bocce palestra...

Km reali iscritta ASI con CRS (possibilita` di pagare meno di assicurazione e dal 2020 tariffa ridotta anche sul bollo)...

(IM) vicinissimo piazza del mercato ampio monolocale mq 35 luminoso con parete mobile per separare zona cucina/notte,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Cuneo e valli | giovedì 14 giugno 2018, 18:00

Tutto pronto per il Premio Ancalau a Bosia: anche quest'anno 10mila euro per il miglior progetto di start-up

Il 17 giugno torna il Torneo delle idee dei giovani, un'intera giornata Ancalau da vivere in Alta Langa in Vetrina con il contributo di Eataly, Banca d'Alba ed Egea

L'edizione 2017 del Premio Ancalau

Bosia è un piccolo paese di Alta Langa dove, fino al 2014, non era francamente immaginabile un exploit come il Premio Ancalau con la sua cornice di eccellenze del territorio chiamata “Alta Langa in Vetrina”.

L’evoluzione è stata progressiva e rapida: da un semplice premio al coraggio e allo spirito d’iniziativa delle persone che hanno conquistato il proprio destino come Oscar Farinetti, il primo premiato, è divenuto per convinzione dello stesso Farinetti, che ha incontrato in Ettore Secco, il dinamico Sindaco di Bosia e in Silvio Saffirio, pubblicitario di fama, legato per nascita e educazione al mondo di Langa, due partner ideali per spingere il Premio Ancalau al di là dei limiti di un piccolo borgo, portandolo ad acquisire in breve tempo una notorietà invidiabile diffusa in tutta la Langa.

“In molti ci dicono di ammirare, perfino di invidiarci, il Premio Ancalau – dice Silvio Saffirio, presidente dell’associazione culturale Ancalau – Insomma un langhetto non da nulla per scontato ma sa che se fai, e fai, e ancora fai, qualcosa alla fine succederà. Talvolta capita prima del previsto ma non è mai il caso di montarsi la testa”. La lunga giornata dell’Ancalau inizierà non proprio dall’alba (alle 9.45 apriranno i banchi degli espositori delle eccellenze) ma durerà fino al tramonto e oltre.

Ecco il programma.

Alle ore 9.45 aprono i banchi degli espositori di “Alta Langa in Vetrina”; ore 10 inaugurazione del Murale dedicato al “Grande di Langa” Luigi Einaudi; ore 10.30 Laboratorio sul Paesaggio di Langa con gli interventi di personalità, pubblici amministratori, specialisti e con le relazioni di due archistar: Andreas Kipar, noto architetto del paesaggio e Alberto Rolla, il progettista dello Juventis Stadium; ore mostra e premiazione del Concorso Artistico per le Scuole Elementari. Tema: i miei paesaggi di Langa; ore 11.30 si mangia: tajarin, formaggi e salumi; ore 12 e ore 14 Cultura, poesia e musica nella Parrocchiale a cura di Paolo Tibaldi e Mauro Correro; ore 15 intervista di Piercarlo Grimaldi, Rettore emerito dell’Unisg-Pollenzo e di Oscar Farinetti a Teo Musso, Premio Ancalau “local/global” 2018; ore 16.30 Premio Ancalau: il Torneo delle Idee dei Giovani, i cui progetti di start-up saranno valutati da una Giuria “stellare” ricca di personalità influenti e presieduta come a ogni edizione da Oscar Farinetti che premierà con 10mila euro messi in palio da Eataly il progetto giudicato più convincente; ore 18 cibi, vini e musica con i cantastorie di Langa; ore 20 “Carvè” spettacolo teatrale con Oscar Barile e Paolo Tibaldi. Ingresso libero.

“I parcheggi sono abbondanti, comodi e ben segnalati. Nessuna scusante per chi esitasse a venire a Bosia. Gli eventi sono all’aperto ma abbiamo previsto la possibilità che si svolgano anche al coperto. 5 anni di esperienza non sono passati invano, ma il bello di essere “ancalau” è che ogni anno ne impariamo una nuova…”. Parole di Ettore Secco, sindaco-ancalau. 

A lui si deve infatti la riscoperta della tradizione degli “ancalau di Bosia”, convalidata da leggende popolari e da innumerevoli figure di geniacci, inventori, imprenditori, osatori anche spregiudicati, che ha trovato nella collaborazione, nell’esperienza di comunicazione di Silvio Saffirio e nell’entusiasmo di Oscar Farinetti il modo di esprimersi compiutamente a favore di Bosia e di tutta l’Alta Langa.

“Andiamo fieri dei nostri sponsor, da Eataly a Banca d’Alba a Egea alla rivista Idea – afferma Saffirio – sono coerenti, tutti legati e appassionati al territorio, alle sue eccellenze e alla sua particolare cultura che l’hanno preservato dalla sorte infelice di tanti altri distretti, facendone al contrario un luogo di sviluppo, di energia, di benessere diffuso e di creatività. Forse dovremmo ricordarci più spesso di portare fiori ai nostri antenati che ci trasmisero quel particolare acume…”.

Tutti i momenti del “giorno dell’Ancalau” meritano interesse ma i catalizzatori più forti saranno quasi certamente il Convegno “Coltivare il Paesaggio” e il Premio Ancalau, una sfida appassionante e cavalleresca tra giovani di talento e i loro progetti di start-up che quest’anno superato ogni precedente record di concorrenti iscritti, non soltanto per numero ma per l’elevata qualità dei progetti. Bosia aspetta con ansia l’alba di domenica 17 giugno.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore