/ Attualità

Attualità | 16 giugno 2018, 11:31

A Mondovì protesta in piazza contro la chiusura dei porti italiani ai migranti (FOTO)

Il comitato "Porti/e Aperti/e" si è ritrovato di fronte al municipio per contestare la decisione del Governo

A Mondovì protesta in piazza contro la chiusura dei porti italiani ai migranti (FOTO)

"Siamo qui in quanto cattolici e il nostro vangelo dice: 'Ero straniero e mi avete accolto'": questa è la frase che riassume al meglio la contestazione pacifica andata in scena nella mattinata di oggi, sabato 16 giugno, di fronte al municipio di Mondovì, contro la decisione di chiudere i porti italiani ai migranti.

Alla protesta in piazza Martiri della Libertà (per l'occasione ribattezzata "piazza dei e delle Martiri delle frontiere"), indetta dal comitato "Porti/e Aperti/e", hanno partecipato circa 40 persone (fra cui Daniela Oggerino, candidata a rivestire il ruolo di sindaco di Mondovì nel 2017), munite di cartelli e vessilli arcobaleno inneggianti alla pace.

Tanti gli slogan significativi: si va da un eloquente "È disumano tenere in ostaggio 629 persone per propaganda politica" a un ironico e pungente "Merci e capitali passano le frontiere, gli uomini muoiono per attraversarle".

Interessante, poi, l'intervento di un ragazzo straniero giunto in passato a Mondovì: "Salvini dice che bloccare i migranti serve ad aiutare chi sta già in Italia. Questo non è vero, perché tutti coloro che devono aggiornare il permesso di soggiorno si scontrano con i tempi della burocrazia e con i costi elevati".

La protesta si è quindi esaurita al grido di "Ora e sempre resistenza", accompagnato dal seguente messaggio: "In questi giorni incerti e bui non sentiamo paura a portare un messaggio d'amore e di pace: l'accoglienza è un onore, la paura e il silenzio mostri contro cui lottare ogni giorno. Apriamo subito i porti a chi migra, tiriamo fili sul mare per chi si è perso tra le onde, spalanchiamo le case e le menti al bisogno altrui e nostro! Umanità comune, armonica nella diversità, unica umanità possibile".

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium