/ Attualità

Attualità | domenica 17 giugno 2018, 12:10

Busca, la grandinata del 12 giugno diventa virale: qualche informazione da Datameteo.com

In tutta la provincia di Cuneo si sono registrati più di 3235 fulmini, mentre il giorno prima, l’11 giugno, ci siamo fermati a 1335 scariche elettriche registrate nelle 24 ore

Foto generica

L’instabilità meteorologica di questi giorni, piuttosto insistente sul Piemonte nell’ultimo mese e mezzo, ha causato nella giornata del 12 giugno 2018 un forte temporale tra le 14 e le 15 nella zona compresa tra Dronero e Busca, in provincia di Cuneo.

Il nucleo temporalesco è stato accompagnato da pioggia intensa, forti raffiche di vento e grandine di piccole/medie dimensioni come testimoniato dalle foto nella stessa giornata.

Dobbiamo preoccuparci? I fulmini caduti sono stati quasi un migliaio (930), di cui 736 all’interno della nube temporalesca e 194 tra suolo e nube. In tutta la provincia di Cuneo si sono registrati più di 3235 fulmini, mentre il giorno prima, l’11 giugno, ci siamo fermati a 1335 scariche elettriche registrate nelle 24 ore. Fulminazione consistente per un fenomeno è durato circa un’ora spostandosi da Dronero verso Busca ed esaurendosi intorno a Villafalletto.

Il momento di intensità maggiore si è avuto nel passaggio sulla città di Busca, con le grandine che è caduta quasi ininterrottamente per 5/10 minuti. La pioggia caduta (compresa grandine fusa) registrata dalla nostra stazione ammonta a 11.9 mm, probabilmente sottostimata a causa del forte vento che in alcuni frangenti rendeva le precipitazioni quasi orizzontali. In soldoni strade coperte da una coltre di grandine e fognature in tilt come non si vedeva da tempo.

Il raffreddamento dovuto alla evaporazione della grandine ha fatto crollare la temperatura di circa 10 °C in 40 minuti, passando da 24.3 a 13.3 °C, per poi risalire gradualmente, una volta fusa la grandine residua e per l’apertura del cielo.

L’intensità di tali eventi sta comunque aumentando a causa dei cambiamenti climatici dovuti al riscaldamento globale, per cui la frequenza con cui possono avvenire potrebbe aumentare ancora in futuro.

Pochi sanno ma la provincia di Cuneo è grazie a Datameteo da alcuni anni un perfetto laboratorio meteorologico naturale ove si studiano tra l’altro i i processi relativi alla formazione delle grandinate, grazie proprio alla particolare conformazione del territorio stretto tra montagne, pianure colline e con il mare a due passi. Una frontiera quella della previsione della grandine che non è più fantasia ma una realtà con un alto grado di affidabilità , fiore all’occhiello di questa piccola cittadina Busca sempre più IOT Smart 3.0 grazie alle sinergie messe in campo con l’amministrazione comunale che ha capito l’importanza della buona informazione anche meteorologica.

Datameteo.com

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore