/ Cronaca

Cronaca | 18 giugno 2018, 15:36

Ex direttore del tribunale di Saluzzo a processo per falso: il giudice dispone perizia psichiatrica

Secondo la difesa ai tempi dei fatti l’imputato stava attraversando “un periodo di grave depressione”

Ex direttore del tribunale di Saluzzo a processo per falso: il giudice dispone perizia psichiatrica

Nel precedente processo per truffa ai danni dello Stato era stato assolto per vizio totale di mente. Oggi nel procedimento che lo vede imputato l’accusa di falso il giudice, accogliendo la richiesta formulata dal procuratore aggiunto Gabrielle Viglione nella precedente udienza, ha disposto che U. M., già direttore presso l’ex tribunale di Saluzzo e attualmente dirigente presso il palazzo di giustizia di Cuneo, sia sottoposto ad una nuova perizia psichiatrica.

Questo è il terzo procedimento che vede il dirigente coinvolto. Il pm gli contesta di aver detto falso quando fu convocato dal gip nel 2016 durante l’interrogatorio di garanzia nella vicenda che lo portò al rinvio a giudizio per truffa. In quell’occasione quando gli fu chiesto se avesse procedimenti penali in corso, rispose di no. Invece era pendente un’indagine per falso da parte della Procura di Torino perché aveva inoltrato una patente non sua per un’infrazione del Codice della strada. Il vero titolare si era visto decurtare i punti per eccesso di velocità e aveva sporto querela.

Il pm aveva chiesto la condanna a 12 mesi qualora il giudice non avesse deciso di disporre la perizia psichiatrica. Lo psichiatra consulente della difesa aveva riferito che l’imputato nel periodo 2015-2016 stava attraversando un periodo di grave depressione, acuita anche dalla morte prematura della moglie. “Ho commesso un gravissimo errore, ma erano 57 anni che non avevo commesso niente”, aveva commentato l’imputato.

L’udienza è stata rinviata al 12 luglio.

Monica Bruna

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium