/ Attualità

Attualità | 19 giugno 2018, 18:09

Maturità, esami al via: domani 4617 studenti della Granda affronteranno lo scritto di italiano

Molte le ipotesi sui temi che potrebbero trovarsi domani gli studenti sul banco d’esame. Tra questi, alcuni dei più probabili riguardano Aldo Moro, ma anche le leggi razziali e la Costituzione

https://pixabay.com

https://pixabay.com

E anche quest’anno, per i ‘maturandi’ di tutta Italia è arrivata quella che, grazie ad una canzone di Antonello Venditti ed a due film, è per antonomasia la ‘Notte prima degli esami’. Da una parte i ricordi per chi ci è passato, dall’altra la paura per la ‘prova’ che introduce i più giovani nel mondo del lavoro o, per chi vuole continuare gli studi, in quello dell’Università.

In provincia di Cuneo sono 4617 gli alunni ‘interni’ (iscritti all'esame di Maturità con riferimento a marzo 2018) che sosterranno domani la prima prova d’esame mentre sono 63 gli ‘esterni’. Ci sono anche 37 alunni disabili, che sosterranno delle prove speciali in base al loro tipo di disabilità. In totale sono 114 le commissioni con 114 presidenti e circa 340 professori ‘esterni’. Gli interni saranno invece 685 circa. Delirio, quest'anno, per reperire i commissari: comde ci spiegano dal Ufficio Scolastico Provinciale, è stato necessario sostituirne ben 70.

Come lo scorso anno ogni singola sede d’esame riceverà il plico ‘digitale’, domattina alle 8.30 via mail con una ‘Pec’ direttamente dal Ministero e, i tutte le scuole ci sarà il tecnico della commissione web ad aprire il plico con l’apposita chiave d’accesso. Con i tempi tecnici per le stampe dei plichi, l’esame vero e proprio dovrebbe iniziare intorno alle 9.15. Come sempre ci saranno 6 ore di tempo per i candidati che, comunque, non potranno consegnare il tema prima delle 11.30.

Dopo la prima prova, di italiano per tutte le scuole, giovedì ci sarà la seconda prova per ogni indirizzo di studi: matematica scientifico, lingua o altro, in base a scuola. La terza prova si svolgerà invece lunedì prossimo e sarà l’ultimo anno che verrà proposta in questo modo. Ovvero: ogni commissione delibera le discipline dell’ultimo anno che vengono sorteggiate e poi vengono scelte dalla commissione. Gli orali inizieranno 24 ore dopo la terza prova scritta ed i ragazzi da domani o dopodomani sapranno quale sezione inizierà per prima. Ogni giorno si presenteranno 5 candidati, per il colloquio sugli argomenti dell’ultimo anno, ma inizieranno con una tesina.

Il prossimo anno, con la rivoluzione degli esami di maturità, rimarranno la prima e la seconda prova scritta, ma non ci sarà la terza ai fini del punteggio. Ad aprile, infatti, verranno svolte le prove nazionali ‘Invalsi’, che non cuberanno nella votazione ma serviranno per l’accesso all’esame di Stato. Dal prossimo mese di settembre, in proposito, verranno allestiti alcuni gruppi di lavoro per aiutare, coordinare e promuovere le nuove prove nelle scuole. Per quanto riguarda la prova ora, questa verrà sostituita l’anno prossimo con l’alternanza scuola-lavoro.

I ragazzi vivranno la giornata di oggi, come sempre, tra ansie, paure, ripassi dell’ultima ora e speranze. Chi l’ha vissuta negli anni senza Internet, pensa alle telefonate (rigorosamente dal fisso) tra i compagni di scuola, su cosa uscirà tra i temi. Oggi c’è la grande rete ed i social network, dove ci si scambia opinioni e dove ci sono le possibili tracce dei temi. Ecco… i temi, quali saranno gli argomenti proposti? E così si gira in lungo e in largo nella rete per capire quale potrà essere la traccia del tema di attualità, di quello storico e del saggio breve, ma anche chi sarà l'autore dell'analisi del testo della prima prova di Maturità. Nell’aprile scorso il Ministero della Pubblica Istruzione ha confermato la scelta e l’approvazione delle tracce, definite belle ed alla portata della preparazione degli studenti.

Molte le ipotesi sui temi che potrebbero trovarsi domani gli studenti sul banco d’esame. Tra questi, alcuni dei più probabili riguardano Aldo Moro, ma anche le leggi razziali e la Costituzione. Per l'analisi del testo potrebbero anche essere proposti gli autori dell'Ottocento, tra cui spiccano Manzoni e Leopardi. Per il saggio breve o l’articolo di giornale, un argomento potrebbe essere l'Hikikomori, il fenomeno per il quale molti dei giovani tra i 14 e i 25 anni vivono nelle loro camere da letto, dormono durante il giorno e restano svegli tutta la notte.

Tra i siti più ‘cliccati’ in questi giorni in Italia c’è ovviamente ‘studenti.it’, dove vengono proposti moltissimi argomenti sull’esame di maturità. Anche da parte nostro non ci resta che fare un sincero in bocca al lupo ai giovani che domani affronteranno la prova nella nostra provincia. 

bs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium