/ Attualità

Attualità | 20 giugno 2018, 10:30

La nuova sede dell'alberghiero di Mondovì? "Al posto del Baruffi o all'Altipiano"

Ecco le novità emerse in Consiglio comunale

La nuova sede dell'alberghiero di Mondovì? "Al posto del Baruffi o all'Altipiano"

Il Consiglio comunale tenutosi martedì 19 giugno presso il palazzo municipale di Mondovì ha offerto l'occasione ad amministratori, consiglieri e cittadini di fare il punto della situazione sulla questione relativa all'istituto alberghiero "Giolitti".

A tal proposito, i consiglieri di minoranza Stefano Tarolli ("Mondovì a Colori") e Paolo Magnino (PD) hanno depositato un'interrogazione a cui ha risposto direttamente l'assessore all'Istruzione, Luca Robaldo: ecco quanto emerso dalle sue parole.

ABBATTIMENTO NECESSARIO - "L'ala nuova dell'alberghiero e la palestra di Metavia sono da abbattere?", chiedevano gli interroganti. "La Provincia di Cuneo - ha replicato Robaldo - ha comunicato a fine maggio l'impossibilità di recuperare l'ala nuova dell'edificio. A fronte degli esorbitanti costi in merito alla sua eventuale ristrutturazione, il sindaco ha chiesto di individuare delle soluzioni, anche per evitare che l'immobile tornasse ad essere di proprietà comunale, creando così un ulteriore contenitore vuoto. Sulla palestra di Metavia, invece, c'è un progetto di rifacimento che la Provincia di Cuneo ha candidato a un bando regionale".

ALBERGHIERO A PIAZZA O ALL'ALTIPIANO - "Vogliamo mantenere la presenza scolastica nel rione di Piazza": forti di questa dichiarazione, è facile ipotizzare che il Comune di Mondovì farà di tutto per mantenere fede al suo proposito. Qualora ciò fosse possibile si sposterebbe l'istituto "Baruffi"  nel padiglione "Michelotti" e l'alberghiero si sistemerebbe proprio negli ambienti dell'attuale "Baruffi". Vi è tuttavia un piano B: il Comune, infatti, ha dato la disponibilità di un terreno di proprietà ubicato nel rione Altipiano, di fronte all'ex SIP. La Provincia, per cautelarsi, ha incaricato un professionista di redigere uno studio di fattibilità dell'operazione: significherebbe, infatti, costruire una scuola ex novo. 

SOLLECITAZIONI - Settembre, tuttavia, è dietro l'angolo e il 15 giugno scorso il dirigente dei licei ha scritto una lettera all'amministrazione, chiedendo di garantire gli spazi per gli studenti che hanno scelto l'indirizzo sportivo. Quel giorno stesso, il Comune di Mondovì ha inoltrato una missiva alla Provincia di Cuneo, mediante la quale ha richiesto la convocazione entro la fine del mese corrente del tanto auspicato tavolo di confronto, allargandone la partecipazione a tutti gli istituti superiori monregalesi. "Riteniamo di aver avviato tutto ciò che era possibile, ma siamo sempre pronti a ricevere consigli e proposte - ha chiosato Robaldo -. Poche ore fa ho parlato con Gianna Pentenero, assessore regionale all'Istruzione, e a breve verremo convocati da lei in Regione".

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium