/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Frazione Diano Serreta, a soli 3,5 km dalle spiagge in splendida posizione con vista mare, vendesi casa...

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Da ristrutturare, su due piani con cantina interrata, portico annesso e garage esterno a parte, con terreno annesso di...

Affittasi trilocale 4/6 posti letto in Residence Blue Marine. Uso degli impianti sportivi piscina tennis bocce palestra...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | venerdì 22 giugno 2018, 16:15

Montaldo di Mondovì: i forestali della Regione ripristinano un importante sentiero turistico

Il percorso, in gran parte sterrato, riprende il tracciato di un'antica mulattiera che, dal centro della frazione di Sant'Anna Collarea, conduce sino alla chiesa di San Salvatore

Su interessamento del Comune di Montaldo di Mondovì, nei giorni scorsi i forestali della Regione Piemonte, coordinati da Stefanino Agù, con una squadra di operai addetti all'esecuzione dei lavori (composta da Aurelio FaggioRuggero Lanzo e Valerio Mauro) hanno ripristinato l'intero sentiero che dal centro della frazione di Sant'Anna Collarea conduce sino alla chiesa di San Salvatore.

L'intervento ha comportato la trinciatura della vegetazione che ostacolava il passaggio, la sistemazione di alcuni muretti a secco e il ripristino delle cunette di scolo, operazioni tutte effettuare con l'ausilio dei due cantonieri comunali, Fulvio Rizzo e Marco Ferrero.

IL SENTIERO - Si tratta di un sentiero molto particolare, in quanto consente di ammirare il tipico paesaggio montano della Val Corsaglia, caratterizzato da boschi di castagno, quercia selvatica e faggi. Lungo circa 2 chilometri percorribili in 40 minuti, esso attraversa le case della "Cascina" e, alle spalle, la borgata dei Brunenghi, raggiungendo così i circa 950 metri della colletta di San Salvatore, dove si interseca con altri tracciati (segnati negli anni scorsi dall'associazione "Parpaiun") che portano alle case Molineri, per raggiungere infine gli impianti sportivi del "Canalot" del capoluogo. Il percorso, in gran parte sterrato, riprende il tracciato di un'antica mulattiera che necessitava di una radicale manutenzione straordinaria, anche a causa dell'alluvione del novembre 2016 che ha colpito tutta la zona.

IL COMMENTO DEL SINDACO - Al termine dell'intervento il sindaco Giovanni Balbo si è detto "davvero soddisfatto del lavoro, perché si tratta di un intervento importante di sistemazione e ripristino di un sentiero che nel periodo estivo può essere molto frequentato non soltanto dai turisti appassionati di escursionismo, ma anche da coloro che vogliono semplicemente assaporare il piacere di attraversare i boschi riscoprendo le tradizioni e un paesaggio montano ancora intatto".

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore