/ Curiosità

Che tempo fa

Cerca nel web

Curiosità | venerdì 22 giugno 2018, 14:32

Cuneo, I love My Family: ultimo week end per conoscere gli 8 celebri concittadini narrati nel percorso

Fino a domenica 24 giugno nel Complesso monumentale di San Francesco. Grande successo della mostra che contribuisce a creare una nuova identità cuneese

Cuneo I love My Family

Inaugurato lo scorso 6 aprile, il percorso narrativo che ha raccontato le vite di otto personaggi cuneesi che hanno scritto la storia dell’Italia, inserito nel palinsesto dell’Anno europeo del patrimonio culturale, si conclude domenica 24 giugno. Ultimo week end di apertura della mostra, con la possibilità di conoscere più da vicino i  celebri concittadini.

Come ha fatto il numeroso pubblico cuneese, oltre a personaggi noti tra cui Vittorio Sgarbi, Paolo Verri, Catterina Seia, che in questi mesi di apertura ha percorso le sale del Complesso monumentale di San Francesco, esprimendo soddisfazione nell’ approfondire la storia degli otto illustri ed entrando in una iniziativa culturale che, ripercorrendo le proprie radici, ha contributo ad una nuova  identità cuneese.

Migliaia di visitatori paganti nei quali la mostra ha destato interesse e curiosità, numerosi i visitatori senior che si sono riconosciuti nella necessità di dare valore al proprio passato. Numerose  anche le classi dei giovanissimi, dagli istituti scolastici del territorio, che hanno partecipato ai laboratori didattici per approfondire un capitolo importante della storia locale, elaborando la capacità di dare volti alle vie, alle piazze, ai monumenti che sono spesso nomi muti di luoghi poco conosciuti.

L’ allestimento coinvolgente e il lavoro narrativo delle guide hanno reso vivi i protagonisti della mostra ridando  dignità a grandi uomini e donne del passato che spesso hanno lasciato Cuneo per scrivere la storia nazionale ed europea, per poi tornare in vecchiaia nella loro cara città.

Andrea Arione, Angela Aschieri, Giuseppe Barbaroux, Carlo Brunet, Antonio Bartolomeo Bruni, Severina Javelli, Giuseppe Peano e Marcello Soleri, uomini e donne, imprenditori e artisti, amministratori e politici di cui forse la città sapeva troppo poco e a cui l’amministrazione della città, gli eredi che hanno collaboratocon entusiasmo, e gli organizzatori hanno voluto restituirne la memoria.

“Memoria, intesa non solo come luogo di conoscenza e registrazione del passato ma come leva imprescindibile perché una comunità si proietti con grande dignità verso il proprio futuro e sia capace di maggiore consapevolezza del proprio patrimonio culturale fatto di luoghi prestigiosi e di persone capaci.

Un tratto della cuneesità infine si è colto in maniera marcata in questa ricostruzione delle “istruzioni per l’uso” dei cuneesi. É senza dubbio un coraggioso senso di responsabilità, la capacità di fare il proprio dovere, sempre, pagandone anche le conseguenze oltre a, come dice il Sindaco nel documentario che introduce la mostra, “…il nostro proverbiale profilo basso”.

"I LOVE MY FAMILY è stato un esperimento molto ben riuscito di memoria cittadina che riprende vita” Questo il commento dell’Assessore alla Cultura del Comune di Cuneo Cristina Clerico, che aggiunge: “Grazie alle vite degli otto personaggi tornati ad essere patrimonio comune, ci siamo riappropriati di centocinquanta anni di storia. Continueremo a lavorare sul nostro patrimonio immateriale, sulla memoria che necessita di essere coltivata con dedizione. Voglio ringraziare gli organizzatori, la curatrice, il preziosissimo supporto di Roberto Albanese, il personale del Museo e la conservatrice di quest’ ultimo, senza la cui passione I LOVE MY FAMILY non avrebbe visto la luce”.

Anche le attività collaterali organizzate in concomitanza alla mostra hanno avuto grande successo, dai momenti dedicati ai più piccoli come il laboratorio a cura della Scatola Gialla per realizzare un cartone animato alla visita guidata al settecentesco Palazzo Gondolo della Riva i cui 60 posti disponibili sono stati esauriti in poche ore.

I love my Family -off

L’esposizione rimane aperta fino a domenica 24 giugno con l’ultimo degli eventi “off” organizzato per sabato 23 giugno. Alle ore 15.30 parte dal chiostro del Complesso monumentale di San Francesco la visita in città, un tour guidato di circa due ore per scoprire i luoghi in cui hanno vissuto i personaggi esposti in mostra.

Una passeggiata nel centro cittadino accompagnata dal racconto di una guida per conoscere aneddoti e curiosità, per ripercorrere le origini di strade che attraversiamo quotidianamente ma di cui non conosciamo la storia e le vicende costruttive. L’attività è inclusa nel biglietto della mostra così come il noleggio gratuito delle biciclette a pedalata assistita disponibili domenica a partire dalle 11.30.

INFORMAZIONI PRATICHE SULLA MOSTRA

“I LOVE MY FAMILY - CUNEESI ISTRUZIONI PER L’USO”

La ricerca storica e i testi sono di Laura Facchin in collaborazione con Roberto Albanese.

La rielaborazione dei testi e la narrazione per le visite guidate sono di Carlo Grande. Con il contributo di: Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo

Col sostegno di: Agrimontana, Comitato Commercianti via Roma, Il Porticone.

Sponsor tecnici: Castelmar impianti elettrici, Oxley Piattaforme, Peraria supporting events, Sciaretta Unipolsai assicurazioni, Sola Neon insegne luminose, TPL taglio piegatura lamiere.

La mostra è visitabile fino a domenica 24 giugno

Una guida accompagnerà i visitatori alla scoperta dell’esposizione con i seguenti orari di visita:

venerdì 15.30 // 16.30 // 17.30sabato e domenica 10.30 //11.30 //15.00 //15.30 // 16.00 // 16.30 // 17.00 // 17.30

Il costo del biglietto è di euro 5 intero, euro 3.50 ridotto

Per informazioni e prenotazioni 366 2100300 // info@kalata.it

vb

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore