/ Attualità

Attualità | 25 giugno 2018, 13:15

Crissolo pronta ad uscire, sbattendo la porta, dall’Unione montana del Monviso?

Il Consiglio comunale di domani sera (martedì) esaminerà la proposta di recesso. Alla base sembrano esserci dinamiche disciplinari che coinvolgerebbero due dipendenti personale precedentemente in carico ai Comuni proprio di Crissolo e di Paesana

Il Municipio di Crissolo

Il Municipio di Crissolo

Il Comune di Crissolo è pronto ad uscire, pare anche “sbattendo la porta”, dall’Unione montana dei Comuni del Monviso.

Domani sera (martedì), verrà portata all’approvazione del Consiglio comunale la proposta di recesso dall’Ente montano guidato dal sindaco di Paesana Mario Anselmo.

Che non si tratti di un recesso “all’acqua di rose” lo confermerebbero le indiscrezioni secondo le quali, alla base degli intenti dell’Amministrazione comunale, vi sarebbero dinamiche “disciplinari” nei confronti di alcuni dipendenti dell’Unione, che coinvolgerebbero personale precedentemente in carico ai Comuni proprio di Crissolo e di Paesana.

Nulla si apprende, al momento, circa le motivazioni di quanto sta accadendo all’interno dell’Unione: l’iter è seguito con attenzione dal segretario direttore Paolo Goldoni.

Probabilmente qualche dettaglio in più emergerà domani sera, nel corso dell’assise consiliare crissolese.

Al tempo stesso, occorrerà vedere se l’eventuale uscita di Crissolo dall’Unione del Monviso potrà avere conseguenze su più larga scala.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium