/ Eventi

Eventi | 25 giugno 2018, 19:00

Super compleanno per l’Avis di Dronero

I festeggiamenti, iniziati con uno spettacolo di magia del Circolo magico Blink, si sono conclusi ieri con una giornata ricca di appuntamenti

Super compleanno per l’Avis di Dronero

I 50 anni sono solitamente l’età dei bilanci degli anni passati. Nel caso dell’Avis dronerese tale bilancio è stato positivo grazie alla sensibilità e alla generosità di tanti donatori.

Torta di compleanno magica sabato sera al teatro Iris grazie ai maghi di Blink che hanno presentato uno spettacolo unico coinvolgendo il pubblico in esilaranti situazioni e trasformandolo in coprotagonista della serata.

 La simpatia di mago Budinì, presentatore della serata, ha da subito conquistato la sala che si è poi lasciata travolgere  dalla magia e dalla bravura di Zapotek e Denise, mago Ugo, Mamè, Natalino Contini, Magic Hawk, Nella Zorà e Beppe Brondino.

Festeggiamenti ufficiali ieri, domenica 24 giugno, con l’accoglienza di delegazioni da tutta la provincia, la sfilata dalla sede a piazza Marconi dove è stato inaugurato il monumento all’Avis: una scultura in legno sovrastata da una lamina in acciaio su un basamento in pietra.

“Per la realizzazione abbiamo pensato ai materiali che identificano il nostro territorio: il legno per la statua, la pietra per il basamento e l’acciaio per la lamina che lo sovrasta. L’immagine rappresenta l’uomo sofferente implorante aiuto, (opera realizzata su nostra indicazione da Ciarma Fabrizio conosciuto come Barba Frisiu); su di lui incombe il manto dell’indifferenza rappresentata dalla fredda lamina d’acciaio che sembra opprimerlo. Accorre però in suo aiuto, superando l’indifferenza, la mano della solidarietà, in questo caso il donatore di sangue, che sfonda d’impeto il muro dell’indifferenza che purtroppo oggi sembra prevalere, ridonando così speranza all’umanità” spiega il Presidente della sezione Leo Acchiardi.

Presenti alla manifestazione i Sindaci di Dronero, Roccabruna e Villar San Costanzo, il direttore della BCC di Caraglio, don Marco Bruno, numerosi donatori e cittadini droneresi e un gruppo di bambini che, dopo la benedizione del monumento, hanno liberato in aria palloncini colorati.

Emozionatissimi i due soci fondatori presenti Mario Bonelli e Bruno Isoardi.

Sono seguite la deposizione di una corona d’alloro al monumento ai caduti in piazza Allemandi e la celebrazione della Santa Messa durante la quale si è parlato più volte del tema del dono gratuito e disinteressato.

I momenti più significativi della manifestazione sono stati sottolineati da brani eseguiti dalla banda musicale di San Luigi che ha allietato anche i vari spostamenti.

A coronazione della festa gli avisini e i loro amici si sono riuniti per un gradito momento conviviale presso la palestra di Roccabruna durante il quale sono state consegnate le benemerenze a numerosi  donatori.

I 50 anni, festeggiati con successo,  non rappresentano soltanto un ambito traguardo ma saranno sicuramente un nuovo punto di partenza per il coinvolgimento di nuovi donatori e per azioni concrete sul territorio a sostegno delle realtà più deboli.

cs

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium