/ Cuneo e valli

Cuneo e valli | 25 giugno 2018, 20:26

“Rispetto per tutti, ma non perdiamo momenti di vita sociale”: sugli eventi notturni Cuneo è davvero “città aperta”?

Nella prima serata di consiglio comunale, oggi (25 luglio), ha tenuto banco la discussione sulla chiusura di due eventi al Nuvolari Libera Tribù

“Rispetto per tutti, ma non perdiamo momenti di vita sociale”: sugli eventi notturni Cuneo è davvero “città aperta”?

Rispetto agli eventi musicali della città di Cuneo, cosa si può o non si può fare? È questa la domanda alla base dell’interrogazione presentata questa sera (25 giugno) nella prima serata di consiglio comunale dai consiglieri Manuele Isoardi e Silvia Maria Cina.

La richiesta di risposte - che toccano anche l’ipotesi che l’amministrazione abbia effettuato oppure no un’analisi dei parametri acustici degli eventi più importanti della città - ha preso le mosse dall’annullamento (per gli scriventi non del tutto giustificato) di ben due eventi del Nuvolari Libera Tribù. “Bisogna essere rispettosi delle regole - ha sottolineato Isoardi - ma non si possono negare eventi di vita sociale dedicata a tutti i cittadini.”

“Questa è la città del “tutto e il contrario di tutto” - ha detto Beppe Lauria - : a Cuneo si vuole aprire agli eventi culturali e per i giovani, ma a fronte di spinte repressive davvero inspiegabili.”

La risposta all’assessore Davide Dalmasso: “Il primo dei due eventi o stati annullato per il ritardo con cui sono state presentate le richieste autorizzative, il secondo invece è stato spostato dagli studenti organizzatori. Non abbiamo effettuato poi nessuna misurazione sugli altri eventi: il comune non ha potere e mezzi per farle".

“L’area del Nuvolari è sempre sotto stretta attenzione; tempo fa l’ARPA aveva rilevato un potere emissivo superiore al consentito chiedendone la regolazione, ma ai primi di giugno è stato sottolineato come non ci sia la certezza che si stiano rispettando i limiti acustici. Proprio per andare incontro alle necessità di tutti quest’anno si sta lavorando sulle deroghe all’orario (slittato dalla mezzanotte all’una e mezza) e al rumore, che ovviamente non possono essere la normalità. Per questa stagione rientrano nelle deroghe cinque serate.”

Simone Giraudi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium