/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Frazione Diano Serreta, a soli 3,5 km dalle spiagge in splendida posizione con vista mare, vendesi casa...

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Da ristrutturare, su due piani con cantina interrata, portico annesso e garage esterno a parte, con terreno annesso di...

Affittasi trilocale 4/6 posti letto in Residence Blue Marine. Uso degli impianti sportivi piscina tennis bocce palestra...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | lunedì 09 luglio 2018, 17:35

Saluzzo, la Comunità Cenacolo di Suor Elvira si prepara alla Festa della Vita

Da giovedì 12 al 15 luglio sulla collina di Saluzzo. Attese migliaia di persone. Anche un corso di Security per gestire al meglio l’evento ad alta partecipazione. Grandi ospiti e testimoni religiosi

Saluzzo, Festa della Vita. Immagine di una edizione precedente

Mancano 3 giorni alla Festa della Vita.

Sulla collina di Saluzzo, sono quasi completamente allestite le strutture per il via, giovedì 12 luglio, dell’evento alla Comunità “Cenacolo” di suor Elvira, che vedrà migliaia di persone, giovani da tutto il mondo, amici della Comunità e delle Fraternità, una settantina ad oggi, alla casa madre di via San Lorenzo.

Sarà un flusso continuo di visitatori, come ogni anno, da quando nel luglio del ‘93 è stata istituzionalizzata la Festa della Vita per ricordare l’apertura del Cenacolo, avvenuta il 16 luglio del 1983.

La Comunità si è preparata alla grande accoglienza anche con un corso sulla sicurezza: una settantina i partecipanti alla giornata (martedì 4 luglio) dal titolo “Security per il  III Millennio tra norme, progetti e ingegneria” condotto da Mario Brignolo, coordinatore della Commissione «Security» presso l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Torino, che ha affrontato i temi delle nuove tecnologie di sicurezza nei cosiddetti “luoghi sensibili” per l'alta affluenza di persone e per i simboli che essi rappresentano. 

Sono previste modifiche alla viabilità per permettere l’accesso ai molti pullman che saliranno in questi quattro giorni, fino a domenica 15 luglio sulla collina.

Saranno  chiuse con un' ordinanza comunale (escluso per i residenti) via san Bernardino, san Lorenzo e la Creusa. 

Attesi grandi ospiti e testimoni religiosi da tutto il mondo: Padre Pino Isoardi, il  successore di Padre Andrea Gasparino alla guida del "Movimento Contemplativo Missionario Padre de Foucauld, il vescovo di Saluzzo mosignor Cristiano Bodo, Francesco Peyron, missionario della Consolata.

Parteciperà alla Festa della Vita, l’arcivescovo di Tarragona, monsignor Jaume Pujol Balcells, dall’Albania è atteso  il cardinale Ernest Simoni  e sarà presente Mons. Marc Pelchat vescovo ausiliare dell’Arcidiocesi di Québec con monsignor Georges Abou Khazen Vicario apostolico di Aleppo dei Latini in Siria e monsignor Ginés Ramón García Beltrán Vescovo di Getafe (Spagna) per la prima volta alla comunità Cenacolo. Tra gli ospiti anche monsignor José Ignacio Munilla, vescovo di San Sebastián (Spagna).

Nelle serate di venerdì e sabato alle 21 verrà presentato, sul grande palco allestito sotto la tensostruttura del villaggio di Suor Elvira, il musical biblico dal titolo “Seguimi” , il tema dell'edizione 2018 della Festa realizzato dai giovani della Comunità saluzzese.

Il programma

Giovedì 12 luglio ore 15,30 accoglienza; ore 17 celebrazione eucaristica presieduta da Padre Pino Isoardi.

Venerdì 13 luglio ore 9: Accoglienza e preghiera del Santo Rosario, ore 9,30 Catechesi, ore 15 Coroncina della Divina Misericordia, ore 17,30 Celebrazione eucaristica presieduta da  Mons. Jaume Pujol Balcells, ore 21 il musical “Seguimi” per la prima volta in scena.

Sabato 14 luglio:  lo stesso programma di venerdì. Alle ore 17,30 Celebrazione eucaristica presieduta da S.E.R Mons. Georges Abou Khazen, ore 21 il musical “Seguimi” per la prima volta in scena.

Domenica 15 luglio: la celebrazione eucaristica che conclude la Festa verrà celebrata alle 15  da Monsignor Cristiano Bodo, vescovo di Saluzzo con l’ordinazione presbiterale di Marco Lattarulo.

Navette in partenza per la collina da piazza del Foro Boario (via G. Sampò) dove è consigliato il  grande parcheggio gratuito. Navette dalla Stazione ferroviaria (P.zza Vittorio Veneto) e parcheggio con numero limitato di posti. Parcheggio Bodoni ( via Matteo Olivero) con possibilità sosta camper (allacciamento idrico) e numero limitato di posti. Fermata navetta bus a 600 metri.

www.comunitacenacolo.it

 

 

 

Vilma Brignone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore