/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | mercoledì 11 luglio 2018, 07:15

Cervere, Ermal Meta fa ballare per due ore il pubblico di Anima Festival (FOTO e VIDEO)

Il cantante albanese ha proposto tutte le canzoni dell'ultimo album "Non abbiamo armi" e i suoi maggiori successi, coinvolgendo la platea con energia e vitalità

Due ore di concerto piene, intense, che hanno fatto scattare in piedi molte volte il pubblico che ha affollato l'anfiteatro dell'Anima, per uno dei concerti più attesi di questa edizione del Festival.

Ermal Meta, vincitore (in coppia con Fabrizio Moro) dell'ultimo Sanremo ha fatto ballare e cantare il pubblico di Cervere, coinvolgendo gli spettatori con la sua energia e vitalità.

Dopo aver esordito con "Non abbiamo armi", il singolo che ha dato il titolo al suo ultimo album, il cantante albanese ha poi proseguito con "Gravita con me", tra gli applausi crescenti e il ritmato battimani delle migliaia di persone presenti.

"Ad ogni concerto vorrei stringere la mano ad ognuno di voi che viene qui da tre anni", ha dichiarato, scatenando l'ovazione dei presenti, soprattutto tra la platea femminile. Poi quando ha scelto "Il vento della vita", ecco che tutto il pubblico ha iniziato a cantare, mentre "Bionda" ha scatenato soprattutto le signore presenti nell'anfiteatro dell'Anima.

Quando Ermal decide di esibirsi ne "Le luci di Roma", d'incanto la notte di Cervere viene illuminata da migliaia di cellulari, che creano un fantastico effetto scenico, mentre scorrono le note della canzone. Ma il pubblico va poi in delirio quando l'artista albanese sceglie di cantare "Vietato Morire", la hit che si era piazzata al terzo posto nel Festival dello scorso anno. Poi si avvicina alle prime file e legge alcuni degli appunti scritti da alcune giovanissime fans, cosa che gli permette di dire che "di fronte alle difficoltà, il mondo si rialza con gli occhi di un bambino".

E' l'intro perfetto per attaccare con "Non mi avete fatto niente", la canzone vincitrice di Sanremo 2018, che tutto il pubblico canta e balla assieme a lui: a questo punto più nessuno riesce a restare seduto, l'energia e la verve di Ermal Meta contagiano tutti i presenti. L'esibizione de "Il vecchio", scritto pensando alla nonna, è invece una esibizione molto intensa, che viene seguita dal pubblico dell'anfiteatro dell'Anima quasi in un silenzio religioso, rotto solo alla fine da un caldissimo applauso.

Poi, dopo aver scandagliato un pò tutto il contenuto del suo ultimo album, con la hit dell'estate "Dall'alba al tramonto" che trascina il pubblico dall'inizio alla fine, ci si avvia alla parte conclusiva del concerto con "Vodoo love", mentre sono di nuovo tutti in piedi quando Ermal sceglie di coinvolgere gli spettatori sulle note di "Straordinario", che fa saltare e ballare un pò tutti.

Ermal si lascia poi andare ad un piccolo monologo, durante il quale parla di quello che secondo lui deve fare l'artista: "portare in giro energia positiva attraverso la musica, dovete sperperare l'allegria e la gentilezza, come dice Benigni. Lasciate che certe cose (brutte, ndr) i bambini le scoprano più tardi. E non lo dice certo un prete...". Piovono applausi scroscianti dopo le sue parole, che anticipano "A parte te" e il gran finale.

Ermal Meta non concede bis, ma suona un paio di canzoni in più rispetto alla scaletta iniziale. Poi è davvero il tempo dei saluti, con il pubblico, tutto in piedi, che accompagna con un lunghissimo applauso la fine dell'esibizione in cui il cantante rende omaggio ai componenti della band.

E domani sera altro appuntamento da non perdere a Cervere, con il fascino e la voce calda di Anna Oxa.

m.d.m.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore