/ Attualità

Attualità | giovedì 12 luglio 2018, 10:45

Bus Company in Cina per presentare l’innovativo servizio di bike sharing di Alba

Invitata da Eazymov, l’azienda ha annunciato che porterà il servizio anche a Saluzzo

Enrico Galleano, ad di Bus Company durante l’evento in Cina

Nei giorni scorsi la saluzzese Bus Company è stata ospite a Shanghai, in Cina, dell’evento organizzato dal partner Eazymov per presentare “Bus2Bike”, l’innovativo progetto di bike-sharing a pedalata assistita, integrato al Tpl, avviato di recente ad Alba.

Il convegno era l’occasione per Eazymov, la joint venture tra una società di biciclette ibride di Shanghai e un fornitore di servizi tecnologici irlandesi, di annunciare il lancio del sevizio in Europa, per la prima volta in piccoli centri: in Italia ad Alba, insieme al partner Bus Company, e in Grecia sull’isola di Creta, nella località di Rethymno.

A Shanghai era presente anche l’amministratore delegato di Bus Company Enrico Galleano che ha potuto illustrare “Bus2Bike”, ossia il servizio di bike sharing “free floating” che ha portato ad Alba, da inizio giugno, 320 bici ibride a pedalata assistita, grazie ad un duplice accordo con il Comune di Alba e, per l’appunto, la società Eazymov.

Nelle prime settimane già più 2.200 persone hanno scaricato l’App del servizio che presto sarà integrato al Trasporto pubblico locale tramite il Bip (Biglietto Integrato Piemonte), permettendo così all’utente di completare il tragitto che si percorre una volta scesi dai mezzi pubblici per arrivare alla destinazione finale.

Tramite l’App Eazymov, il servizio permette di trovare la bici più vicina, utilizzarla comodamente grazie alla pedalata assistita, e infine di non deversi preoccupare di depositarla in luogo predefinito una volta giunti a destinazione.

Intanto durante l’evento cinese Bus Company ha annunciato di essere al lavoro per portare il servizio anche a Saluzzo: al momento la società sta completando l’attività propedeutica all’avvio della sperimentazione.

Per noi si tratta di una sfida, vogliamo essere protagonisti del cambiamento che ci aspetta nel mondo della mobilità sostenibile – commenta l’amministratore delegato di Bus Company Enrico Galleano -. Siamo al lavoro per abbattere la barriera che separa l’utente dal bus, ossia il cosiddetto ‘ultimo miglio’, il tratto tra la fermata del mezzo pubblico e il luogo da raggiungere, che sia l’abitazione o il posto di lavoro.

La bici a pedalata assistita è uno degli strumenti utili per superare questo scoglio. Dobbiamo immaginare il trasporto pubblico nella sua versione 4.0, supportato anche da servizi complementari come le bici in condivisione a pedalata assistita.

È necessario sensibilizzare utenti e cittadini affinché comprendano che questi mezzi rappresentano un bene comune, da tutelare e utilizzare con rispetto, nell’interesse di tutti.

L’evento in Cina è stato inoltre un’interessante occasione per promuovere il nostro territorio e le sue bellezze di fronte ad una platea così vasta e importante come quella cinese, alla presenza di numerosi media locali”.

All’evento erano presenti, tra gli altri, anche Maria Ludovica Murazzani, console aggiunto del Consolato Generale d’Italia a Shanghai e Motty Presler, Ceo di Ezymov Technologies Limited.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore