/ Cronaca

Cronaca | giovedì 12 luglio 2018, 16:00

Cuneo: a processo per spaccio di marijuana, il giudice lo dichiara non punibile per tenuità del fatto

Il giovane era stato fermato dai carabinieri nell’ottobre 2016 presso il Parco della Resistenza

Il Parco della Resistenza di Cuneo

Tre ragazzi che fumavano al Parco della Resistenza, e il sospetto che uno di loro avesse ceduto marijuana agli altri.

Per questo motivo S.B., originario del Burkina Faso, era a processo davanti al tribunale di Cuneo.

Il 18 ottobre 2016 i carabinieri del Nucleo radiomobile di Cuneo avevano notato S.B. mentre passava qualcosa a due studenti, che poi avevano iniziato a fumare. Per il pm sarebbe stato il giovane di colore a preparare gli spinelli e ha chiesto la condanna a sei mesi di reclusione e 1.000 euro di multa per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il giudice ha dichiarato l’imputato non punibile per particolare tenuità del fatto riguardo alla cessione dello stupefacente e lo ha assolto dal reato di illecita detenzione, accogliendo così la tesi difensiva dell’avvocato Paolo Rocca: “L’unica certezza è che tre ragazzi stavano fumando le sigarette con tabacco e marijuana, ma i carabinieri non hanno potuto vedere chi sia stato a prepararle”.

Monica Bruna

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore