/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | mercoledì 18 luglio 2018, 19:52

Nuova Gabrielli: per Flavio Gastaldi è una "vittoria del buonsenso"

"Sono molto soddisfatto che sia stata la provincia di Cuneo ad aver avviato questo percorso"

Nuova Gabrielli: per Flavio Gastaldi è una "vittoria del buonsenso"

Con la nota odierna del Min. dell'Interno Matteo Salvini e dei sottosegretari dedicati, i leghisti Nicola Molteni e Stefano Candiani, è stata presentata la nuova direttiva ministeriale sulle misure di safety da adottare in occasione di pubbliche manifestazioni ed eventi di pubblico spettacolo.

Il Ministero ha riassunto le nuove disposizioni come un provvedimento innovativo con un sostanziale accorpamento delle vecchie note e circolari a favore di una semplificazione richiesta dagli organizzatori di piccoli eventi che “sono la forza del nostro territorio”. Saranno direttamente i sindaci a valutare se sarà necessario convocare la commissione di vigilanza (sulla base del piano di sicurezza redatto dall'organizzazione) per dare il via libera allo svolgimento della manifestazione.

Una rivoluzione che non segue più le “Linee guida della Prefettura di Roma" ma porta una forte semplificazione soprattutto in termini di operatori di sicurezza necessari.

La parola d'ordine è flessibilità senza rinunciare alla sicurezza. Al settimo cielo l'On. Flavio Gastaldi, diventato in poco tempo dall'insediamento alla Camera, punto di riferimento romano del mondo del volontariato organizzativo comunale: "è una vittoria dei piccoli comuni, delle associazioni e delle Pro Loco. Dopo l'incontro con i colleghi parlamentari e l'Unpli dal Pref. Gabrielli, ho continuato a mantenere i contatti col Ministero quasi quotidianamente per scambi di opinioni e suggerimenti derivanti dalla mia personale esperienza sul campo maturata negli anni da amministratore comunale e da organizzatore nella mia Pro Loco di Genola. Ho presenziato personalmente sul territorio ad ogni incontro sul tema a cui mi era possibile partecipare: il mio intento era quello di far sentire ai volontari la presenza politica di "uno di loro"che si impegnasse a risolvere il problema il più velocemente possibile."

Da Prolochista - conclude Gastaldi - non posso far altro che ringraziare tutti gli esperti che ci hanno accompagnato durante questo intenso percorso e che, oltre alle parole vuote troppo spesso sentite in questo periodo, hanno messo a disposizione le loro competenze e il loro silenzioso lavoro dietro le quinte per la modifica di una norma che ha rischiato di minare l’alto valore storico, culturale e sociale degli eventi nei nostri comuni. In questi giorni c'è stata la rincorsa a salire sul “Carroccio del vincitore” per intestarsi la paternità del provvedimento, ma nonostante questo sono molto soddisfatto che sia stata la provincia di Cuneo ad aver avviato questo percorso. Con questo Governo, la rivoluzione del buonsenso è appena iniziata e sono personalmente orgoglioso di farne parte!"

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore