/ Attualità

Attualità | 18 luglio 2018, 10:01

Salmour: una raccolta firme per dire “no” alla nuova discarica

Venerdì 20 luglio una serata al Parco Crova per sottoscrivere una pubblica petizione

L'area della discarica di Salmour

L'area della discarica di Salmour

Venerdì 20 luglio a Salmour, al Parco Crova, si terrà una serata dedicata a raccogliere firme per una pubblica petizione contro la nuova discarica. Una serata organizzata dal Comitato di salute pubblica “Sarmore” e dal gruppo Facebook “Più nessuna discarica a Salmour” con il patrocinio del Comune con l’intrattenimento musicale dei G.S.B. Motor Bicycles e il servizio bar Pro Loco.

La notizia dell’intenzione di installare in un’area adiacente alla discarica esistente un nuovo sito per lo smaltimento di rifiuti era giunta lo scorso febbraio quando era stata presentata alla provincia la Valutazione di impatto ambientale. La discarica sarebbe realizzata da Gea S.r.l., società del gruppo Green Holding, di cui sono parte anche Aimeri e Aimeri Immobiliare. La discarica di Salmour è esaurita e in anni recenti era stato potenziato il sito di Magliano Alpi, intervento giudicato sufficiente da chi, in questi mesi, si sta opponendo alla realizzazione della nuova discarica.

Sono molti quanti in questi mesi si sono mobilitati per evitare la realizzazione dell’impianto di interramento rifiuti: i cittadini di Salmour, che ora propongono questa raccolta firme, ma anche i comuni circostanti. Lo scorso febbraio, infatti, era stato sottoscritto un patto tra sindaci che ha coinvolto circa 30 comuni del territorio.

A maggio scorso l’iter burocratico era stato sospeso per 60 giorni dalla provincia di Cuneo a seguito del rilevamento da parte di Arpa di sostanze inquinanti a monte della discarica, ma all’interno del sito, ma la sospensione cesserà il 23 luglio prossimo.

Agata Pagani

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium