/ Politica

Politica | 19 luglio 2018, 12:43

Venerdì convegno ad Alba col sindaco di Parma Federico Pizzarotti

Ospite di “Monviso in Movimento” e della lista civica “Impegno per Alba, con il collega di Cerveteri, Alessio Pascucci, presenterà “Italia in Comune”

Federico Pizzarotti

Federico Pizzarotti

Il Pd è in affanno e il centrosinistra nel suo complesso non è da meno. Le  elezioni politiche di marzo hanno rappresentato un vero e proprio terremoto,  premiando nuove formazioni a scapito dei partiti tradizionali. 

Le liste civiche, anche in Piemonte, nell’ultima tornata, sono state determinanti e in molte realtà si sono imposte uscendo dai rigidi e non più attuali schematismi centrodestra/centrosinistra.

Federico Pizzarotti, sindaco di Parma al secondo mandato, ha dato vita, insieme ad Alessio Pascucci, sindaco di Cerveteri, a “Italia in Comune”, un movimento che vuole diffondere a livello nazionale la cultura del civismo, l’impegno dei cittadini per il governo della cosa pubblica.

L’associazione “Monviso in movimento” di Cuneo e la lista civica “Impegno per Alba” promuovono un incontro dal titolo “Il civismo nel futuro della politica” che si terrà venerdì 20 luglio alle 18, presso la sala Riolfo, nel complesso della Maddalena ad Alba. 

I giornalisti Franco Chittolina e Giampaolo Testa intervisteranno i due protagonisti sui temi sintetizzati dallo slogan “Civici e cittadini insieme per un’idea comune di governo” con qualche inevitabile proiezione sulle realtà piemontese e cuneese.

La scelta di Alba non è casuale.

La capitale delle Langhe, il centro economicamente e turisticamente più forte della Granda e la seconda città dopo il capoluogo di provincia, andrà alle urne l’anno prossimo ed è alla ricerca di un nuovo sindaco, dal momento che quello uscente, Maurizio Marello, giunto al termine del suo secondo mandato, non  è più ricandidabile.

Olindo Cervella, esponente in municipio di “Impegno per Alba”, spiega che l’incontro con Pizzarotti “sarà un’occasione per approfondire i contenuti di questa nuova visione politica direttamente dai protagonisti che l’hanno attuata nelle loro rispettive città”.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium