/ Cronaca

Cronaca | 23 luglio 2018, 15:36

Cuneo, pensionata travolta e uccisa sulle strisce pedonali: condannato l’autista di pullman

Il fatto avvenne nel febbraio 2015, era imputato per omicidio colposo

Cuneo, pensionata travolta e uccisa sulle strisce pedonali: condannato l’autista di pullman

Il tribunale di Cuneo ha condannato per omicidio colposo a 11 mesi di reclusione (pena sospesa) M.E., il conducente del pullman che il 3 febbraio 2015 aveva investito Elvira Re, 79 enne cuneese. La pensionata, che stava attraversando sul passaggio pedonale in corso Marconi, era deceduta in seguito alle ferite riportate. I famigliari non si erano costituiti parte civile perché già risarciti.

L’autista, che quel giorno aveva sostituito il figlio alla guida dell’autobus per accompagnare alcuni studenti in gita scolastica, aveva spiegato di non aver visto l’anziana: “Il montante e lo specchietto sinistri mi hanno impedito la visuale. Appena mi sono accorto di lei era già troppo tardi.

Secondo la Procura, invece, “conosceva bene quali erano gli angoli ciechi del mezzo. Non accorgersi della presenza delle strisce pedonali, è stata una disattenzione fatale”.

Per l’avvocato della difesa Laura Desaymonet si trattò di un caso fortuito: “C’era un traffico caotico, la signora era minuta e ricurva, e non l’ha vista attraversare. Sia perché probabilmente la visuale era impedita, sia perché le strisce erano totalmente invisibili e non indicate dalla segnaletica orizzontale”.

Il giudice ha inoltre stabilito la sospensione della patente per sei mesi.

Monica Bruna

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium