/ Viabilità

Che tempo fa

Cerca nel web

Viabilità | giovedì 02 agosto 2018, 12:31

Cuneo, con il trasporto pubblico cambia anche la viabilità: tra le ipotesi la riduzione da 3 a 2 corsie dell'incrocio tra corso Nizza e piazza Europa

Da Borgo verso Cuneo. Si dovrebbe andare dritti o verso corso Giolitti, non più verso corso Brunet. "Necessario per consentire manovre più agevoli aigli autobus"

Cuneo, con il trasporto pubblico cambia anche la viabilità: tra le ipotesi la riduzione da 3 a 2 corsie dell'incrocio tra corso Nizza e piazza Europa

Ne abbiamo già scritto più volte: Cuneo e conurbazione, a partire dal prossimo autunno, vivranno una trasformazione - che riguarderà comunque tutto il territorio provinciale - della rete urbana e dei servizi extraurbani del trasporto pubblico. Lo prevede il Patto per la mobilità ed il trasporto pubblico in Provincia di Cuneo.

Una nuova rete costituita da 9 linee cadenzate e coordinate sulle direttrici principali di ingresso in città e di collegamento con frazioni e comuni esterni.

Il capolinea e nodo di interscambio principale sarà al Movicentro, struttura che finalmente troverà un senso, dopo anni di inutilizzo e polemiche. Inizierà un periodo di "osservazione". Una volta verificato che tutto funzioni, verrà spostata la biglietteria. 

Non più all'interno del palazzo che affaccia su piazzale della Libertà - di cui da tempo si dice che diventerà la nuova sede INPS ma sulla quale al momento non ci sono certezze - ma all'interno del Movicentro, al piano di arrivo degli autobus. Da qui ci sarà l'accesso diretto ai binari. Lo spostamento è previsto ad inizio 2019, ma potrebbe avvenire anche nel tardo autunno di quest'anno.

Ma cosa cambierà realmente a Cuneo? E' l'assessore Mauro Mantelli a dirlo. In corso Nizza, all'altezza di piazza Europa, provenendo da Borgo verso Cuneo, la strada quasi certamente diventerà a due corsie di marcia e non più a tre. "Questo cambiamento è tra quelli che si stanno valutando, perché saranno molti di più i bus che dovranno svoltare verso corso Giolitti e quindi verso il Movicentro. E dovranno farlo in modo più agevole e senza essere intralciati nelle manovre", spiega. La riduzione di corsie, qualora avvenisse, è prevista in autunno, anche perché basterà modificare la segnaletica orizzontale e quella verticale. 

L'assessore alla Mobilità Davide Dalmasso: "Al momento abbiamo valutato questa modifica perché è quella più rapida e a minor costo. Del resto è stato così fino al 2013, in piazza Europa e anche all'incrocio con la Salus. C'è anche l'ipotesi che ci sia una sola corsia per andare dritti e svoltare a destra, come già succede al semaforo di via Avogadro. Inoltre, non è escluso che, con la ridefinizione di tutta l'area di piazza Europa, si trovino soluzioni diverse. Ma al momento, con l'avvio da settembre del nuovo TPL, questa è l'ipotesi maggiormente praticabile".

In definitiva, se questa modifica andrà a buon fine, si potrà solo proseguire dritti verso piazza Galimberti o girare a sinistra verso corso Giolitti. Non si potrà più svoltare a destra verso corso Brunet.

In senso contrario, da Cuneo verso Borgo, non cambierà niente.

Un altro cambiamento non da poco sarà l'assenza dei bus davanti alla stazione. Questi, infatti, non si fermeranno più davanti al grande edificio, ma andranno, appunto, al Movicentro. Così come non sarà più capolinea piazza Torino.

Tra le novità in arrivo anche la frequenza: verrà infatti introdotto un cadenzamento delle partenze orario o semiorario che permette di ottenere una corsa ogni 15 minuti sugli assi di penetrazione in area centrale comuni a più linee (es. da piazza Galimberti a San Rocco, o dalla stazione a Borgo Gesso), per rendere più appetibile il servizio pubblico rispetto alla motorizzazione privata. 

Barbara Simonelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore