/ Eventi

Eventi | 20 agosto 2018, 10:00

Più di 2milioni di contatti TV per il Concerto di Ferragosto di Pian Munè a Paesana

L’esibizione dell’orchestra Bruni nella conca di Pian Croesio ha avuto un ascolto medio di quasi un milione di spettatori (in Italia) con uno share del 7%. Le parole – ed i ringraziamenti – di Mario Anselmo e Gianfranco Marengo

L'orchestra Bruni a Pian Munè di Paesana

L'orchestra Bruni a Pian Munè di Paesana

2milioni e 200mila contatti.

Sono numeri da capogiro quelli fatti registrare dal 38esimo Concerto di Ferragosto “Monviso Unesco” di Pian Munè a Paesana.

Col passare dei giorni, archiviata con uno straordinario successo organizzativo l’edizione 2018 del tradizionale appuntamento estivo, sono stati resi noti i primi dati circa l’ascolto televisivo.

L’esibizione dell’orchestra Bartolomeo Bruni della Città di Cuneo – diretta dal maestro Andrea Oddone – nella conca di Pian Croesio ha avuto un ascolto medio di quasi un milione di spettatori (in Italia) con uno share del 7%.

Ottimo risultato dunque per la diretta trasmessa dalla Rai, quest’anno eccezionalmente ampliata a 70 minuti, con i collegamenti live da Pian Munè con i conduttori Francesco Marino e Chiara Pottini. La regia è stata curata da Maria Baratta.

Frattanto, dopo il nostro articolo sull’impeccabile gestione logistico-organizzativa dell’evento, l’Unione montana del Monviso ha emesso una nota con i ringraziamenti a quanti si sono prodigati per la buona riuscita della manifestazione.

A conclusione di un evento tanto impegnativo quanto remunerativo di soddisfazioni per la sua riuscita – scrive il presidente Mario Anselmo - desidero ringraziare di cuore i volontari e le associazioni che a vario titolo hanno offerto il loro contributo per l’organizzazione e la realizzazione del Concerto di Ferragosto a Pian Muné.

Normalmente di una battaglia si ricorda il generale che l’ha vinta, mai le sue truppe che l’hanno combattuta.

Non avendomi dato la possibilità di esprimere ieri durante la diretta RAI il mio personale ringraziamento, desidero farlo oggi come primo atto che suggella ulteriormente il successo ottenuto dal territorio in questa circostanza.

Senza la vostra preziosa opera, nulla si sarebbe potuto fare. Affido oggi alla carta stampata questo sincero ringraziamento con l’auspicio che giunga personalmente a tutti voi che tanto vi siete adoperati per ‘la bella figura’ della nostra valle a livello nazionale”.  

Le parole di soddisfazione alle quali fanno eco quelle di Gianfranco Marengo, presidente del Parco naturale del Monviso.

Una soddisfazione enorme che cancella la fatica di questi ultimi mesi. – ci ha detto - La cosa più bella è stata vedere tanti volti rilassati e sorridenti anche a sera, al termine dell’evento. Un dato importantissimo, che vale anche per il futuro, è l’elevato numero di persone che hanno partecipato al Concerto.

Una cosa unica nelle Alpi, se consideriamo anche i collegamenti che la Rai ha trasmesso dalle altre Regioni. È un dato importante affinché questa manifestazione rimanga nel Cuneese. La testata giornalistica regionale deve difendere con i denti tutto ciò, rispetto ad altre Regioni, anche economicamente più agguerrite.

Sulle nostre montagne, il 15 agosto, avevamo spettatori provenienti da altre Regioni, ma addirittura dal Canada. I dati di share ci dicono che abbiamo avuto 2milioni e 200mila contatti, vale a dire persone che sono rimaste davanti alla Tv per un tempo importante, dai 14 ai 18 minuti.

È stato bello, inoltre, vedere tutti i disabili che lo hanno chiesto esser trasportati in quota. Non entro nel merito delle polemiche sollevate nei giorni precedenti l’evento, da persone che hanno solo voluto far polemica senza invece pensare che se capita davvero una calamità non esiste un mezzo idoneo al trasporto di sedie a rotelle in terreno impervio.

Tornando all’evento di Pian Munè, siamo soddisfatti anche per la gestione logistica della manifestazione. Se pensiamo che nell’edizione di Frabosa alle 9.30 del mattino gli incroci erano già intasati, possiamo dire che a Paesana l’organizzazione è stata impeccabile.

Non è stato facile, ma era necessario sostenere questo sforzo, per quest’anno e per il futuro. È stata una vetrina per il territorio, un volano per questa parte di estate e sicuramente per quelle future”.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium