/ Cronaca

Cronaca | 25 agosto 2018, 12:32

Precipita mentre arrampica ai 2900 metri di Punta Venezia: grave una donna

Le condizioni dell’alpinista sin dall’inizio sono sembrate serie. Da Levaldigi è decollato immediatamente l’elisoccorso

Precipita mentre arrampica ai 2900 metri di Punta Venezia: grave una donna

Stava arrampicando sulle pareti di Punta Venezia, in alta Valle Po, quando all’incirca a 100 metri dalla vetta - a quota 2900 metri circa - è precipitata.

È successo poco fa, ad una alpinista donna che si trovava sul massiccio del Monviso.
Dalle prime informazioni in nostro possesso, pare che la donna stesse svolgendo la via di arrampicata per prima quando è caduta, precipitando nel vuoto sembra per una decina di metri e rimanendo appesa per un piede.

Le condizioni dell’alpinista sin dall’inizio sono sembrate serie. Da Levaldigi è decollato immediatamente l’elisoccorso, che si è portato in quota. Nel frattempo, ancora una volta i volontari del Soccorso alpino di Crissolo hanno formato una squadra in paese, pronta a intervenire in caso di necessità.

A preoccupare i soccorritori, tra le altre cose, le condizioni meteo, data la presenza di nebbia in quota.

L’elicottero ha fatto campo base a Crissolo, dove ha scaricato il personale sanitario e l’attrezzatura, per alleggerire il carico prima di proseguire a salire.

I soccorritori hanno raggiunto l’alpinista ferita e hanno subito provveduto a immobilizzarla sugli appositi presidi in dotazione al Soccorso alpino.

Il recupero tuttavia è ancora in corso. L’elicottero sta facendo ritorno in base a Levaldigi, dove presumibilmente si fermerà per effettuare rifornimento di carburante.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium