/ Attualità

Attualità | 26 agosto 2018, 20:03

Il troppo caldo estivo lascia l'Europa senza energia: in arrivo anche in Granda dall'autunno rincari sulle bollette

Lo stop di alcune centrali nucleari e la troppa energia richiesta per il funzionamento dei condizionatori e il raffreddamento dei data center hanno portato il prezzo del carbone a livelli stellari

Foto generica

Foto generica

Il caldo asfissiante che ha caratterizzato gli scorsi mesi di giugno e luglio anche nella Granda è da qualche settimana un ricordo, ma potrebbe non aver ancora terminato il proprio effetto.

Come riportato anche da Repubblica.it, infatti, il periodo di caldo anormale che ha recentemente vissuto l'Europa sta contribuendo già ora ad alzare i prezzi dell'energia a livelli mai raggiunti in precedenza, con gravi rincari ai costi di approvvigionamento di carbone e gas che stanno per impensierire seriamente gli operatori del settore delle materie prime. I consumatori, però, non tirino un sospiro di sollievo: i "guai" cominceranno probabilmente nell'autunno, per famiglie e piccole imprese.

L'aumento delle temperature medie in praticamente tutti i paesi d'Europa ha condotto ad alcune conseguenze, che sono concausa della batosta economica in arrivo: l'aumento della domanda di energia per il funzionamento dei condizionatori nelle grandi aree urbane (ormai in crescita annuale progressiva), e quella per il raffreddamento dei principali data center (scenario da tenere d'occhio: si pensa che entro 7 anni il settore mondiale dell'ICT potrebbe arrivare a generare da solo più del 5% delle emissioni nocive di anidride carbonica).

Ma soprattutto il rallentamento e addirittura lo stop forzato di alcune centrali nucleari europee per mancanza d'acqua; la scarsa disponibilità di energia nucleare ha portato così a un aumento della domanda rispetto a quella da centrali a carbone e gas, in media più costosa.

s.g.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium