/ Al Direttore

Che tempo fa

Cerca nel web

Al Direttore | martedì 11 settembre 2018, 16:30

Bando Periferie, i 5 Stelle di Cuneo rispondono al PD: "Al Senato avete votato con la maggioranza"

Riceviamo e pubblichiamo

Un intervento di Manuele Isoardi (M5S) in consiglio comunale a Cuneo

Gentile Direttore,

abbiamo letto con interesse l'articolo scritto da alcuni esponenti locali del Partito Democratico e non possiamo fare a meno come MoVimento 5 Stelle Cuneo di mettere, diciamo così, i "puntini sulle i" visto che mancano alcune doverose precisazioni:

- E' vero, se alla Camera verrà confermato l'emendamento votato al Senato all'interno del Milleproroghe, i fondi della seconda tranche di soldi legati ai progetti del Bando Periferie (in cui rientrano i progetti legati a Cuneo) non saranno stanziati, ma non per sempre. Saranno semplicemente rinviati di un anno.

- Una parte del Partito Democratico di Cuneo si è dimenticata di dire che al Senato ha votato a favore di quell'emendamento "blocca periferie", assieme alla maggioranza di governo. Se lo hanno fatto e poi si lamentano per strada latita qualcosa, ovvero la coerenza!

- Nello stesso emendamento è passato sotto silenzio il fatto che si crea una nuova cassa di sostegno per circa 8mila comuni. Finalmente i comuni virtuosi potranno quindi utilizzare gli avanzi di amministrazione, spendendo sul territorio le risorse che hanno in cassa e consentendo loro di espandere la spesa per investimenti, per un totale di circa 1 miliardo di euro in quattro anni.

- Il famigerato emendamento non è stato un "capriccio" della maggioranza di governo per mettere i bastoni alle ruote a sindaci dal colore politico diverso ma è stato quasi un atto dovuto visto che la sentenza della Corte Costituzionale n. 74 del 2018 ha dichiarato "l’illegittimità costituzionale dell’art. 1, comma 140, della legge 11 dicembre 2016, n. 232 (Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019), nella parte in cui non prevede un’intesa con gli enti territoriali in relazione ai decreti del Presidente del Consiglio dei ministri riguardanti settori di spesa rientranti nelle materie di competenza regionale".

In questa sentenza, derivante dal ricorso presentato dalla regione Veneto, rientra anche l'erogazione dei fondi della seconda tranche derivanti dal bando periferie, visto che il titolo V della Costituzione prevede il principio di sussidiarietà tra vari livelli di amministrazione, locali e nazionali. Un principio che, vista la sentenza, non è stato rispettato vista la mancata consultazione delle Regioni.

- Se, come avete scritto, chi si oppone al progetto di piazza Europa dimostra di avere "scarso senso civico" allora siamo ben felici come MoVimento 5 Stelle Cuneo di dichiararci persone di "scarso senso civico" visto che, relativamente a questo progetto, si è fatta passare per periferia una parte centralissima della citta, per non parlare di una documentazione in allegato alla domanda che lascia molte perplessità, sollevate non solo da noi ma anche da tanti comuni cittadini che nulla hanno a che fare con il MoVimento 5 Stelle Cuneo ma che si sono solo battuti per la loro città!

Grazie,

il MoVimento 5 Stelle Cuneo

Al Direttore

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore