/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | mercoledì 12 settembre 2018, 10:09

Ilva: domani il verdetto dei lavoratori sull'accordo sindacati-ArcelorMittal. Racconigi favorevole

Domani, giovedì 13 settembre, si conoscerà l'opinione di tutti i lavoratori Ilva d'Italia sull'intesa tra sindacati e ArcelorMittal. A Racconigi, dove si è votato venerdì, il “sì” ha vinto in modo schiacciante: su 153 lavoratori ne resterebbero in forza allo stabilimento 145

Lo stabilimento Ilva a Racconigi

Dovrebbero concludersi nella serata di domani, giovedì 13 settembre, le operazioni di referendum di tutti lavoratori del gruppo Ilva sull'accordo tra sindacati e ArcelorMittal, ovvero il colosso che nel 2017 ha vinto la gara per l'assegnazione dell'azienda siderurgica.

L'intesa, secondo le previsioni, incontrerà il favore dei lavori: secondo i sindacati il “sì” dovrebbe prevalere con una larga maggioranza.

Senza dubbio l'accordo un riscontro positivo lo ha già avuto, quello dei lavoratori dello stabilimento Ilva di Racconigi. Qui le votazioni si sono tenute venerdì scorso, e l'opinione dei dipendenti è stata netta. Su 153 aventi diritto e 111 votanti, i “sì” sono stati 93, i “no” solamente 15 e 3 le schede nulle.

Come conferma Alessandro Tribaudino, vicesindaco di Racconigi e per 33 anni lavoratore Ilva, se l'accordo andasse in porto le condizioni per i lavoratori Ilva cuneesi sarebbero vantaggiose, per lo meno sotto il profilo occupazionale: i lavoratori che rimarrebbero in forza allo stabilimento sarebbero 145 su un totale di 153. Dunque, gli esuberi sarebbero limitati ad 8 lavoratori, sostanzialmente tutti interinali.

Per quanto riguarda l'aspetto salariale, il discorso sarebbe diverso. Ai lavoratori verrebbe meno il premio di risultato: ovvero dai 3.000 ai 3.500 euro annui in meno in busta paga.

Una situazione comunque decisamente diversa da quella che, lo scorso 19 ottobre, aveva portato i lavoratori ad incrociare le braccia: allora gli esuberi paventati erano 39, con una riduzione da 163 a 125 dipendenti.

Al referendum farà seguito la firma ufficiale dell'accordo. Complessivamente, i lavoratori che la cordata AmInvestco si è impegnata ad assumere subito in quella che sarà la “nuova Ilva” ammontano a 10.700. Di questi, oltre ai 145 di Racconigi, 700 riguardano l'altro stabilimento Ilva piemontese: Novi Ligure.



Matteo Garnero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore