/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | mercoledì 12 settembre 2018, 16:39

Itinerari del sacro, alla scoperta dei più bei luoghi sacri della provincia di Cuneo

Al via l'undicesima edizione, nelle diocesi di Alba, Cuneo, Fossano, Mondovì e Saluzzo


Anche per l’autunno 2018 le Diocesi della provincia di Cuneo ripropongono gli Itinerari del Sacro, il progetto di valorizzazione del patrimonio artistico religioso, giunto ormai alla sua undicesima edizione. Le proposte in calendario saranno tre e ciascun itinerario sarà incentrato su un fulcro tematico attorno a cui ruoterà la visita guidata, con il fine e l’ambizione di proporre una approfondita lettura di luoghi e oggetti del passato di grande valenza storico-artistica. Il primo itinerario, previsto per SABATO 22 SETTEMBRE ruota intorno ll’evento storico della battaglia di Lepanto, che ebbe un profondo significato religioso e politico perché fu la prima grande vittoria di un’armata cristiana occidentale contro l’Impero ottomano. Dalla vittoria scaturì la devozione al Santo Rosario, fortemente voluta da papa Pio V. L’importanza della vittoria nella battaglia di Lepanto venne spesso celebrata dagli artisti che la raffigurarono in molte parti d’Europa e, nel nostro territorio, dal pittore di origini fiamminghe Jean Claret e dai suoi collaboratori, come, ad esempio, Giovanni Antonio Nuvolone.

La visita a Carassone offrirà la possibilità di esaminare il cantiere di restauro e mostrerà lo stato degli interventi conservativi da parte della restauratrice Costanza Tibaldeschi. Il pomeriggio consentirà poi la scoperta del ricco centro storico di Demonte, piccolo capoluogo della valle Stura, e la visita al prestigioso Palazzo Borelli, costruito nel XVII secolo e ampliato nel XIX, con il verde parco e le sue architetture neogotiche.

Nei mesi di ottobre e novembre verranno poi proposti altri due itinerari, che condurranno il visitatore rispettivamente alla scoperta del ricco tessuto di cappelle e luoghi affrescati nel territorio della Langa, tra le diocesi di Mondovì e Alba, e a Cervere, Cherasco, Valgrana, dove sorsero i i primi insediamenti della congregazione benedettina di San Teofredo in Piemonte, dipendenti dall’abbazia a Le Monastier sur Gazeille - Le Puy en Velay.

LUOGHI DI VISITA

MONDOVÌ CARASSONE  Chiesa di Sant’Evasio La chiesa di Sant’Evasio si trova in località Carassone. Il primo nucleo risale con tutta probabilità al XIII secolo; il periodo di massimo splendore fu il XVII secolo, durante il quale la chiesa contava ben diciassette altari. La chiesa presenta ancora oggi il campanile romanico, ma l’interno maestoso è chiaramente improntato alla decorazione barocca. Notevoli sono gli affreschi della Cappella del Rosario, opera del pittore fiammingo Jean Claret e databili al 1646 ca.

DEMONTE Chiesa parrocchiale di San Donato Demonte è uno dei centri principali della valle Stura: piccola capitale dal punto di vista politico, centro ecclesiastico importante sotto il profilo religioso. La chiesa di San Donato, citata già in un documento del 1332, fu completamente rinnovata nel periodo barocco su progetto dell’ingegnere Francesco Bottero e “corretto” da Giovenale Boetto. A questo periodo appartiene la redazione della cappella del rosario con pregevoli affreschi raffiguranti la Battaglia di Lepanto attribuiti a Giovanni Antonio Nuvolone.

n Palazzo Borelli L’edificio, attualmente chiamato Palazzo Borelli, racchiude la storia di Demonte. L’inizio della sua costruzione, per volere del visconte Gaspare Bolleris, risale ai primi anni del ‘600. Nel corso degli anni il Palazzo subì varie modifiche. Le sale del Palazzo presentano pregevoli dipinti murali; esso é collegato tramite una Galleria detta “di Carlo Alberto” all’attiguo parco, realizzato sull’area a suo tempo occupata dal Castello dei Bolleris.

 

PROGRAMMA

ORE 10.30/ arrivo e ritrovo a Mondovì Carassone, visita alla chiesa Parrocchiale di Sant’Evasio

ORE 11.30/ partenza per Demonte

ORE 12.30/ pausa pranzo libera

ORE 14.30/ visita alla chiesa parrocchiale di San Donato e al centro storico di Demonte, con il palazzo e il parco Borelli

ORE 17/ rientro

 

PER INFO E PRENOTAZIONI : Tel. 339/6143781 dal mar al ven. ore 9-12

 

INFORMAZIONI PRATICHE

• Il luogo di partenza dell’itinerario è, in alternativa, raggiungibile con l’autopullman riservato che partirà alle ore 8.30 da Torino, in piazza Castello, davanti al Teatro Regio oppure con mezzi propri

• La prenotazione è obbligatoria. Per prenotare è necessario telefonare ai numeri indicati fino a quattro giorni prima dell’itinerario.

• Il costo di ogni itinerario è di € 15 a persona comprensive di trasporto in autopullman, ingressi, visita guidata e accompagnamento; € 10 a persona per chi raggiunge i luoghi di visita con i mezzi propri; - 10% per i possessori della tessera Abbonamento Musei

• I posti sono limitati. Qualora non si raggiunga la quota minima di partecipanti, la visita viene annullata.

ORGANIZZAZIONE E DIREZIONE TECNICA Labtravel, agenzia viaggi, Cuneo, tel. 0171.451422; 0171.451419

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore