/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | venerdì 14 settembre 2018, 14:50

Alba, al raduno della Polizia di Stato anche il "moving lab" della Scientifica

In Piemonte è la prima "uscita ufficiale" del Full-Back della Fiat in dotazione alla Polizia. L'appuntamento è domani a partire dalle 16 circa presso il seminario vescovile

Domani 15 settembre, ad Alba, un pomeriggio per incontrare da vicino la Polizia di Stato, parlare di sicurezza sulle "due ruote" e, soprattutto, vedere da vicino il "moving lab" della Polizia Scientifica.

Un'occasione unica, la prima in Piemonte, per vedere da vicino questo laboratorio mobile dove si possono fare rilievi dall'area di un reato o di una sciagura e inviarli in tempo reale. L'appuntamento è a partire dalle 16.30, saranno presenti il Prefetto ed altre autorità e ci sarà anche la messa con la benedizione dei mezzi. 

Il raduno, il sesto, sarà ad Alba per far sentire la presenza della Polizia anche in altri centri della provincia. L'evento è organizzato dall'Assiociazione nazionale Polizia di Stato e avrà come tema la circolazione sulle due ruote, tra regole di sicurezza, dotazioni necessarie, consigli. Oltre allo stand dedicato a questo, con depliant e agenti pronti a rispondere alle domande di tutti, ci sarà anche lo stand della Scientifica, che mostrerà ai cittadini, per la prima volta in Piemonte, il Full Back della Fiat: si tratta di un Pick-Up attrezzato come vero e proprio laboratorio.

Ce ne sono 18 in tutta Italia e domani gli albesi, e non solo, avranno la possibilità di vederlo da vicino e di capire come lavora e cosa permette di fare. "La polizia scientifica italiana è tra le migliori al mondo. Negli ultimi anni, soprattutto dopo gli errori in alcuni casi di cronaca importanti, come quello di Perugia, è cresciuta tanto, facendo tesoro proprio di quegli errori. Questi mezzi, in dotazione dall'estate, sono un ausilio straordinario, perché consentono di raccogliere dati e di fare rilievi sul posto, immediatamente dopo che un fatto è accaduto. Tre di questi mezzi sono stati per giorni a Genova, dopo il crollo del ponte, per raccogliere e inviare dati ed elementi utili alle indagini", ha spiegato il Questore, che domani sarà ad Alba per il raduno.

Barbara Simonelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore