/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | venerdì 14 settembre 2018, 18:47

Anche Cherasco partecipa al “Barachin” di Terra Madre

Quattromila pasti saranno distribuiti a persone meno fortunate. Si tratta di un progetto simbolico che vuole riaffermare uno dei principi del movimento della chiocciola: il diritto al piacere e all'accesso a un cibo buono, pulito, giusto e sano per tutti.

Anche Cherasco partecipa al progetto “Barachin” promosso da Terra Madre 2018 il grande evento firmato Slow Food che si svolgerà a Torino dal 20 al 24 settembre 2018.

Quattromila pasti saranno distribuiti a persone meno fortunate. Si tratta di un progetto simbolico che vuole riaffermare uno dei principi del movimento della chiocciola: il diritto al piacere e all'accesso a un cibo buono, pulito, giusto e sano per tutti.

In tutto il Piemonte saranno quindi distribuiti 4000 “barachin” grazie al sostegno della Compagnia di San Paolo, Reale Foundation, UniCredit, oltre 50 ristoranti e più di 70 associazioni presenti sul territorio piemontese.
Anche la Città delle Paci partecipa con l'osteria bistrot Duvert, La Torre, Pane e Vino e con il sostegno del Comune, Comunità Papa Giovanni XXIII e Cenacolo.

«Da anni alcune famiglie cheraschesi danno ospitalità ai delegati di Terra Madre – commenta l'assessore Massimo Rosso. – Siamo sempre vicini al mondo di Slow Food e alle sue mission. Quando è arrivata la proposta di aderire a questo progetto siamo stati orgogliosi di dare il nostro apporto. È un progetto simbolico ma che sposa quell'ideologia propria di Slow Food che è anche la nostra: il diritto al cibo per tutti».

Il titolo del progetto, “Barachin” evoca un passato operaio, quello del pasto portato in fabbrica prima che arrivassero le mense aziendali. Era quello preparato a casa, poi messo nell'apposito contenitore e consumato durante la pausa.

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore