/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | venerdì 14 settembre 2018, 14:29

"Scopriamo Robilante ...e dintorni": passeggiata al sito archeologico Bec Berchasa

Sabato 15 settembre, accompagnamento guidato da una guida naturalistica diplomata su un percorso lungo 14 km con 700 metri di dislivello con una spettacolare vista panoramica sulla pianura cuneese e sulla catena delle Alpi fino al Monviso. Saranno presenti due archeologhe

L’accompagnamento guidato al Bec Berchasa, lungo circa 14 km con 700 metri di dislivello sul versante esposto ad Ovest della Val Vermenagna e per cresta, con percorso da Robilante a Roccavione, previsto sabato 15 settembre, sarà l'ultimo, della serie di escursioni estive gratuite "Scopriamo Robilante ...e dintorni!" guidate da un'accompagnatrice naturalistica diplomata, ideate dal comune di Robilante in collaborazione con la ditta Sibelco nell'ambito del progetto “Museo diffuso delle Opere di Jors de Snive”.

Una volta giunti al bric Berchasa si incontreranno due archeologhe. Poi, pranzo al sacco e il ritorno, attraverso un'altra via ad anello. 

Questa camminata conclusiva dà la possibilità di effettuare il viaggio di ritorno in treno (da Roccavione). Per partecipare all'escursione (max 20 persone) è obbligatoria la prenotazione al numero 333.6198565 (Chiara)

Bec Berchassa è un sito archeologico importante per la vallata e non solo. Fu un castellaro abitato almeno sino all’età del Ferro. Una serie di interessanti scavi archeologici, portati avanti da un’idea del comune di Roccavione, con il patrocinio della Soprintendenza Archeologica, il sostegno della fondazione Compagnia di San Paolo e della fondazione Crc e il supporto della ditta Buzzi Unicem, stanno riportando alla luce un’epoca lontana: l’alba dei nostri giorni.

La guida naturalistica Chiara Ronelli: "Sarà un'escursione molto interessante anche dal punto di vista naturalistico. Salendo da Robilante in mezzo ai boschi di castagno e conifere, si prosegue in cresta fino alla via dei Piloni votivi con una spettacolare vista panoramica sulla pianura cuneese e sulla catena delle Alpi fino al Monviso".

T.F.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore