/ Scuole e corsi

Che tempo fa

Cerca nel web

Scuole e corsi | venerdì 14 settembre 2018, 14:15

Riprende la scuola di Calcio “don Rabino” a Verzuolo: nata quasi per scherzo, è giunta ormai al quarto anno

Otto allenatori e quindici giovani assistenti, seguiranno i bambini dai 5 anni ai 14 insegnando loro i fondamenti del gioco del pallone. “La vera gioia è vedere i piccoli che imparano il controllo palla, la posizione, il gusto di giocare” spiega don Marco Gallo

I ragazzi della scuola calcio don Aldo Rabino

I ragazzi della scuola calcio don Aldo Rabino

Riprende puntuale come sempre, a Verzuolo, la scuola calcio intitolata a don Aldo Rabino.

Si tratta dell’ormai tradizionale iniziativa, promossa dalla parrocchia di Santa Maria.

La scuola calcio don Aldo Rabino – spiega don Marco Gallo - nasce per idea di Bruno Masenti. Grandissimo amante di don Bosco e del calcio, Bruno ha per anni iniziato al calcio schiere di saluzzesi all’oratorio cittadino. Dopo la messa del mattino, il buon Bruno insegnava i fondamenti e poi si dava vita a epiche partite, interrotte dalle sue grida bonarie.

Pioggia e sole, neve e freddo: nessun meteo era ostacolo. Una volta smessa questa splendida missione a Saluzzo, Bruno ci ha provocati nel farla nascere a Verzuolo, senza preoccuparsi di maglie o ufficialità. E così ci abbiamo provato. Questo è il quarto anno di attività”.

Ecco dunque che a partire da domani, sabato 15 settembre, si raccoglieranno le iscrizioni, presso l’oratorio di Santa Maria, dalle 15 alle 16. Da sabato 22 settembre, invece, prenderanno il via gli allenamenti, dalle 15 alle 17, ogni settimana. “Gli allenatori prepareranno diverse sorprese” aggiunge don Gallo.

Che continua: “Contiamo su una squadra di otto allenatori grandi e quindici giovani assistenti, che si offrono per due ore la settimana.

L’oratorio ‘mette’ i campi da gioco, quel poco di attrezzatura e l’assicurazione per giocare in sicurezza. Non ci serve altro.

Alcuni genitori a volte portano la merenda o il the alla fine, ma la vera gioia è vedere i piccoli che imparano il controllo palla, la posizione, il gusto di giocare. E le partite sono sempre all'ultimo respiro.

Per questo anche quest'anno rinnoviamo l’invito a tutti. Dai 5 anni fino ai 14.

Ci si divide in 4 gruppi.

I due più piccoli, fino ai 10 anni, giocano nei due campetti a san Filippo, i due più grandi, dagli 11 ai 14, in ulteriori due gruppi a santa Maria. Ogni anno si organizza poi un torneo e altre sorprese.

A volte il Torino Calcio ci regala in memoria dell'amato don Aldo, ex cappellano proprio del Toro, dei biglietti per andare allo Stadio insieme con tutti i bimbi. Speriamo di ripetere l’esperienza”.

Per info: Enrico (333.3132218) e  don Marco (338.9201640).

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore