/ Curiosità

Che tempo fa

Cerca nel web

Curiosità | giovedì 20 settembre 2018, 12:45

Alla Casa del Fiume "Effetto farfalla": una sagoma per promuovere la mostra

E' stata installata al lato dell'ascensore panoramico di Cuneo. La mostra sarà aperta, ad ingresso gratuito, fino al 30 giugno

Alla Casa del Fiume "Effetto farfalla": una sagoma per promuovere la mostra

Inaugurata lo scorso 15 settembre, la mostra naturalistica “Effetto farfalla! Mondi diversi in una sola vita” sarà aperta al pubblico, con ingresso gratuito, fino al 30 giugno 2019. Il percorso espositivo allestito alla Casa del Fiume del Parco fluviale Gesso e Stura, in via Porta Mondovì 11a a Cuneo, presenta un’occasione unica per immergersi nei diversi mondi della vita dei lepidotteri, alla scoperta di sorprendenti adattamenti, di strane e complesse simbiosi e di inaspettate curiosità su queste piccole tessere del grande puzzle della natura.

"La ricerca scientifica, insieme alla tutela e all’educazione ambientale, è una delle attività fondanti del Parco – commenta l’Assessore all’Ambiente Davide Dalmasso –. La mostra rappresenta un importante momento di restituzione pubblica e di divulgazione del lavoro di studio e analisi svolto, oltre ad essere per tutti un’opportunità di conoscere e apprezzare aspetti affascinanti e anche curiosi dei diversi stadi della vita delle farfalle"-

I curatori Dario Olivero e Cecilia Noce sottolineano come il percorso intenda mettere in evidenza le connessioni esistenti tra gli organismi e l’ambiente: "Per ognuna delle fasi vitali abbiamo messo in risalto le molte risorse e condizioni ambientali necessarie per la vita delle farfalle, senza dimenticare che in questa rete l’uomo riveste un ruolo fondamentale: con l’utilizzo di pratiche agricole non intensive e rispettose della biodiversità può favorire la conservazione degli ambienti aperti adatti alla vita delle nostre farfalle".

L’allestimento è stato realizzato grazie al prezioso apporto dei ricercatori coinvolti nel progetto, alla disponibilità di numerosi prestatori e appassionati, che hanno messo a disposizione materiali e fotografie, e alla collaborazione degli studenti e degli insegnanti del Liceo Artistico dell’istituto cuneese “Bianchi-Virginio” che, nell’ambito di un progetto di alternanza scuola-lavoro, hanno lavorato alla realizzazione di alcune installazioni. L’immagine grafica coordinata della mostra è stata ideata dalla società cooperativa sociale onlus “La fabbrica dei Suoni”.

Per tutto il periodo di apertura è previsto un ricco programma di laboratori a tema, attività didattiche su prenotazione, conferenze e incontri di approfondimento. Ogni terza domenica del mese, fino a giugno, sarà possibile percorrere la mostra accompagnati dai curatori, che metteranno a disposizione del pubblico le loro competenze per una visita guidata gratuita.

 

La mostra alla Casa del Fiume rimarrà aperta, ad ingresso gratuito, fino a domenica 30 giugno, secondo i normali orari di apertura della Casa del Fiume.

Per ulteriori info o prenotazioni: parcofluviale@comune.cuneo.it e 0171.444501

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore