/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | venerdì 21 settembre 2018, 14:45

Cuneo, il comitato per la tutela delle Piazze risponde a Mantelli: "La mancanza di senso civico l'ha dimostrata l'amministrazione"

Riceviamo e pubblichiamo

Piazza Europa - foto generica

Piazza Europa - foto generica

Gentile Direttore,

la partecipazione del comitato Piazze al Green Park Festival ha dato modo di toccare con mano quanta approvazione e solidarietà si sia creata intorno al destino delle piazze cittadine. Mentre sotto i gazebo del Green Park Festival si faceva esperienza di scambio fra persone e si creava solidarietà intorno ad argomenti precisi, non era possibile dimenticare quanto scritto, pochi giorni prima in una lettera, da componenti della nostra amministrazione.

Quella lettera accusava tremila cittadini, che da un anno si oppongono al progetto del parcheggio sotterraneo in piazza Europa, di mancare di senso civico... davvero impressionante! Uno dei sottoscrittori della lettera, anche se assessore non eletto da nessuno, è pur sempre un uomo di cultura e quello che dice ha un peso; ci siamo chiesti se, per caso, non avesse ragione. Ci siamo provvisti di vocabolario e ora siamo pronti a rispondere.

Secondo il vocabolario il senso civico è la disponibilità a cooperare per migliorare la società. Sotto questo punto di vista non ci sentiamo in difetto. Riteniamo di aver agito in questi mesi esattamente in questo senso: quel progetto su piazza Europa è un danno per la piazza, per la città, per gli abitanti di oggi e per quelli che verranno.

Abbiamo parlato e riflettuto con tanti, persone informate e tecnici competenti, ci siamo confrontati con aggregazioni civili e politiche, abbiamo fatto segnalazioni alla Corte dei Conti e, non ultimo e non meno importante, abbiamo fatto appelli a chi governa la città perché avesse un ripensamento, perché spiegasse il motivo di certe decisioni. Tutto questo agire non è forse una manifestazione concreta di senso civico, di impegno per migliorare la società e la città in cui viviamo?

Ci pare invece che quello che non è scattato sia quel senso civico che gli esperti chiamano “verticale”: l’Amministrazione non ha condiviso niente, non ha ascoltato, giustificato, spiegato le decisioni, non ha cercato la collaborazione, ha solo formalmente informato di decisioni già prese come fosse proprietaria della città e i cittadini suoi sudditi.

L’Amministrazione, inoltre, ha dato un fortissimo colpo al senso civico quando ha di fatto tentato di ottenere impropriamente i finanziamenti del Bando Periferie facendo credere al Governo che piazza Europa fosse una periferia degradata. Non è stato un bell’esempio di lealtà verso le istituzioni e peggio ancora, ora, che sono stati scoperti con le mani nella marmellata, i nostri Amministratori vorrebbero scaricare responsabilità su chi non ha sostenuto il gioco? Troviamo che sia veramente il colmo, uno scomposto tentativo di persone che hanno perso la capacità di leggere la realtà.

Un fraterno augurio per  l’avvenire a forze politiche che ragionano così. Ora, dopo il blocco dei finanziamenti per le periferie, si spalanca una grande occasione per riflettere e agire sulle problematiche delle piazze cittadine e, su tutte, quelle di piazza d’Armi.

Sollecitiamo l’intervento degli uomini competenti che non diano la città per persa, per aiutarci a immaginare la Cuneo che verrà con senso civico. Sappiamo che ci sono. Al Green Park Festival c’erano.

Grazie,

Comitato per la tutela della Piazze

Al Direttore

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore